Sicura, innovativa e antisismica: inaugurata la nuova scuola di Ghivizzano fotogallery

Il sindaco Valerio Amadei: "Investire sulla scuola vuol dire investire sul futuro"

Una giornata di festa celebrata nel rispetto delle norme di sicurezza anti-covid. Questa mattina (11 luglio) è stata inaugurata la nuova scuola secondaria di primo grado di Ghivizzano: un’opera fortemente voluta dell’amministrazione comunale che è riuscita a realizzare “una scuola sicura, innovativa, antisismica, un vero fiore all’occhiello per tutto il territorio”.

La spesa complessiva dell’intervento alla scuola media Giuseppe Ungaretti ammonta di circa 2 milioni e 900 mila euro ed è stata finanziata per 1 milione e 300 mila euro con il contributo della Regione Toscana precisamente dal settore sismica, per 1 milione e 200 mila euro sempre con il contributo della Regione Toscana tramite i fondi Bei (Banca investimenti europea) e per 400 mila euro con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

La Fondazione ha inoltre finanziato le sistemazioni esterne per 450 mila euro a completamento di tutta l’area scolastica che andrà a collegare l’intero edificio con la futura palestra, della quale è possibile intravedere il cantiere già in avanzato stato di avanzamento.

Un investimento anch’esso dell’importo di 1 milione e 750 mila euro quello finanziato con fondi erogati dal ministero dell’istruzione e della ricerca, tramite sempre il contributo della Regione Toscana.

Nuova scuola Ghivizzano

“Si tratta – ha commentato il sindaco di Coreglia Antelminelli Valerio Amadei – di un’ulteriore, importantissima tappa nel viaggio della riqualificazione degli edifici scolastici, un ultimo tassello nel viaggio intrapreso già con le precedenti amministrazioni e in cui abbiamo creduto fin dal primo giorno, fermamente convinti che investire sulla scuola vuol dire investire sul futuro. Tutto questo dimostra che lavorando in sinergia con gli altri enti, anche in tempi difficili dal punto di vista economico non solo sul piano nazionale, ma anche su quello locale, è possibile raggiungere risultati importanti in un settore tanto delicato, quanto importante, come la scuola. Siamo orgogliosi di essere arrivati a mettere a disposizione degli studenti del nostro territorio una scuola all’avanguardia e in grado di offrire confort, nella massima sicurezza, aspetti che possono solo migliorare la vita dei nostri ragazzi all’interno delle nostre scuole“.

“Nei 10 anni del mio mandato – prosegue il primo cittadino -, il primo fondamentale punto è stato quello dell’edilizia scolastica, un obiettivo come detto primario, che ha visto il comune di Coreglia Antelminelli diventare uno dei primi comuni in Italia per la qualità del suo patrimonio edilizio scolastico, soprattutto in materia di antisismica. Gli interventi – precisa il sindaco – realizzati in questi anni per la realizzazione e la messa a norma delle scuole del territorio ammontano a 7 milioni e 300 mila euro a cui vanno aggiunti 1 milione e 750 mila euro per la realizzazione della palestra come già detto in precedenza”.

“Ogni nuova scuola è un mattone per costruire il futuro delle comunità. E’ ciò è tanto più vero adesso, in questo momento di complessa ripartenza dopo l’emergenza della pandemia, in cui tutto il paese è chiamato al compito prioritario di assicurare alle nostre ragazze e ai nostri ragazzi la piena ripresa delle attività scolastiche e di studio”, ha detto l’assessore all’istruzione e formazione, Cristina Grieco, che ha partecipato all’inaugurazione insieme all’assessore all’agricoltura Marco Remaschi.

“Oggi è una bella giornata di festa – ha proseguito – e voglio ringraziare il sindaco di Coreglia e la dirigente scolastica per il loro grande lavoro. L’impegno per la scuola e per il rinnovamento dell’edilizia scolastica è al centro dell’agenda di governo della Regione ed è grazie ad operazioni come questa, che si traducono nella realizzazione di strutture belle, funzionali, energicamente efficienti e soprattutto sicure, che creiamo le basi concrete perché il diritto all’istruzione sia pienamente garantito. Ma la scuola che inauguriamo oggi – ha inoltre sottolineato Grieco – ci dice anche un’altra cosa: quanto sia produttiva per cittadinanza e territori la capacità di fare squadra tra le istituzioni pubbliche e i privati. E’ una strada – ha concluso – che continueremo a percorrere”.

L’inaugurazione si è svolta nel rispetto della normativa legata all’emergenza covid-19: dopo la cerimonia di inaugurazione alla presenza delle autorità, a seguire fino alle 18, sarà possibile visitare la scuola con ingressi contingentati.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.