Simonetti e Bertieri (Lega): “Scuole, servono più insegnanti”

Gli esponenti del Carroccio: "Non si può distruggere una istituzione fondamentale con tagli indiscriminati"

Damiano Simonetti responsabile relazioni esterne Lega sezione Mediavalle Garfagnana e Yamila Bertieri consigliere in opposizione a Borgo a Mozzano (Lega) esprimono sconforto e rammarico per la notizia appresa riguardante il taglio delle cattedre in provincia di Lucca e che  di riflesso potrebbe coinvolgere anche il territorio di Borgo a Mozzano.

“Già abbiamo evidenziato che la scuola va valorizzata e non distrutta ma, le ultime scelte fatte dal ministro Azzolina, fanno pensare diversamente – affermano -.  Il diritto all’istruzione come quello dell’assistenza sanitaria sono il pilastro di una sana società e per questo vanno tutelati.vNon a caso la nostra Costituzione fa ad esso riferimento in più di un articolo (il  diritto allo studio in Italia è infatti un diritto soggettivo della persona che trova il suo fondamento negli articoli 33 e 34)”.

Secondo gli esponenti leghisti locali, “serve un rafforzamento del numero dei docenti, non un taglio di oltre 40 insegnanti solo nella nostra Provincia ma, anche una valorizzazione del personale Ata in generale. Riteniamo – proseguono Bertieri e Simonetti – che il Governo deve investire nell’istruzione migliorandola, mettendo a disposizione risorse ed energie soprattutto ora che si esce da un periodo come quello del Covid19 che ha costretto alunni , docenti e genitori a modificare le loro abitudini per garantire il diritto allo studio attraverso la didattica  a distanza la quale però, come hanno dimostrato le segnalazioni avute ( da parte dei genitori, di alcuni docenti e dialunni) ha creato non pochi disagi. Ci auguriamo quindi in un ripensamento su tale riduzione del corpo docente mettendo al primo posto il presente e il futuro degli studenti e della loro cultura”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.