Progetto Rinascimento: “Orrido di Botri chiuso, un danno enorme per il territorio”

Il gruppo di opposizione: "Maggioranza vuole giustificare la propria inefficienza con la mancanza di soldi"

Orrido di Botri chiuso fino ad agosto e danno per le aziende del territorio, interviene Progetto Rinascimento.

“In tre anni di amministrazione Michelini – dice il gruppo di opposizione – abbiamo assistito ad un tracollo anche del nostro Orrido. Il luogo non viene valorizzato in nessun modo da operazioni pubbliche, la strada che dovrebbe portare i turisti dentro il Comune, quella sterrata che viene a Montefegatesi e scende tutto il comune che aveva subìto  interventi migliorativi in vari tratti fino al 2016, non è più stata toccata. Così oggi i turisti vengono dirottati in massima parte dall’accesso da Tereglio”.

“L’attuale amministrazione del Comune di Bagni di Lucca – prosegue la nota – sindaco in primis disse in tv a NoiTv ed in paese “di essere una priorità assoluta e di volerla asfaltare“. Niente è stato fatto negli ultimi anni nemmeno mai sistemata se non da volontari paesani. Sono anni che l’apertura è a rischio, e per garantirla occorrerebbe prevenire avviando accordi continuativi ben prima dell’apertura. Il Covid, con cui si cerca di giustificare tutte le mancanze, ha vietato anche di avviare i necessari accordi con l’ufficio della biodiversità?”.

“Purtroppo quella che era la priorità assoluta – prosegue la nota – si è dissolta il giorno dopo le elezioni come tantissime altre promesse da marinai fatte, basate sui propri santi in paradiso quando, sbandierando Marcucci e Remaschi sembrava che a bagni di lucca avremmo ricevuto così tanto finanziamenti che i soldi non avremmo più saputo dove spenderli. Promesse purtroppo decisive per recuperare i pochi voti di distacco per vincere. Oggi, quando si sono visti abbandonare dai padri padroni della Valle, sperano di giustificare la propria inefficienza per mancanza di soldi“.

“La situazione era chiara e conosciuta – conclude la nota ò Purtroppo non mancano solo i soldi, ma anche le idee. Siamo stanchi di continue scuse a cui non crede più nessuno. Chiediamo un intervento immediato per rimediare questa mancanza di attenzione all’Orrido di Botri: è una battaglia che ha bisogno di coraggio, determinazione e prese di responsabilità. Una battaglia cruciale per questo funesto 2020. Possibile che per ogni cosa l’amministrazione Michelini debba sempre essere richiamata e spronata a svolgere quella che dovrebbe essere ordinaria amministrazione?”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.