Neri (Confagricoltura): “Bene aiuti della Regione al settore floreale e del latte”

Gli agricoltori: "Il comparto ha subito danni gravissimi"

“Il nostro allarme è stato raccolto dalla Regione Toscana e apprezziamo l’impegno preso per dare un  sostegno concreto alle aziende floricole e del latte ovinocaprino. Un passo necessario e urgente che però ne richiede subito altri, con interventi più ampi. Ma è un buon inizio”. Così Marco Neri, presidente Confagricoltura Toscana, commenta le misure di sostegno destinate alle imprese danneggiate dallo stop imposto dall’emergenza covid-19  decise dalla Regione nell’incontro di ieri tra l’assessore regionale all’agricoltura, Marco Remaschi, l’assessore all’ambiente e protezione civile Federica Fratoni, le amministrazioni locali e i rappresentanti del settore.

“Le imprese sono state colpite drammaticamente – continua Neri – Quasi tutte hanno azzerato i fatturati e un intervento immediato di ristoro è vitale per la sussistenza stessa del comparto. Ma ora è necessario fare un ragionamento di sistema. Attendiamo un sostegno concreto di lungo termine per uscire da questa situazione critica, per  il settore floricolo come per quello ovicaprino e, in generale, per  tutto il mondo agricolo che rischia di pagare un prezzo altissimo, sia in termini occupazionali che economici, oltre alle pesanti ripercussioni sociali che ne conseguono”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.