Barga, chiusi tutti i cimiteri per contenere il contagio

Previste denunce e multe per i trasgressori dell'ordinanza

Chiusi da oggi (6 aprile) tutti i cimiteri di Barga. Lo ha stabilito il sindaco, Caterina Campani, con un’ordinanza. I cimiteri resteranno aperti esclusivamente per i servizi svolti dalle agenzie di pompe funebri per le tumulazioni dei defunti. Al momento della tumulazione al cimitero si ricorda che è ammessa solo la benedizione da parte del sacerdote, in forma privata, con la presenza, oltre al personale addetto, di un numero limitato di familiari.

Si tratta di una nuova misura decisa per contenere il diffondersi del contagio del coronavirus ed in tal senso dovrà essere rispettata, pena l’incorrere in denunce e contravvenzioni. Resta in generale l’invito del primo cittadino a restare a casa e ad uscire solo per i motivi di stretta necessità, come fare la spesa, acquistare medicine o motivi di lavoro o sanitari.

“Mai mi sarei immaginata di dover arrivare a chiudere i luoghi sacri come i cimiteri – le parole del sindaco Campani -, dove riposano i nostri cari, ma in questa situazione ancora di emergenza abbiamo ritenuto opportuno salvaguardare ulteriormente la salute di tutti i nostri cittadini. Continuiamo a rispettare le regole che ci sono state date, nessuna esclusa. Insieme ce la facciamo”.

Il sindaco invita tutta la popolazione a razionalizzare al massimo le uscite. La spesa, ad esempio, si può fare per più giorni in una volta, evitando così nuove uscite.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.