Arrestato alla guida di un’auto rubata picchia i carabinieri

Preso dopo un inseguimento. Nei guai anche l'amico che si trovava a bordo

E’ stato arrestato dopo un rocambolesco inseguimento in strada, fino anche ad uno scontro fisico con i carabinieri, il ladro di una Ford Fiesta che lunedì sera (17 febbraio) è stato catturato dai militari.

I carabinieri del radiomobile della compagnia di Castelnuovo Garfagnana lo hanno intercettato mentre stava guidando la Ford Fiesta risultata rubata ad un giovane di 28 anni di Pieve Fosciana sulla strada regionale 445 a Fornaci di Barga. Alla vista dei carabinieri il 42enne straniero, già noto alle forze dell’ordine, ha premuto sull’acceleratore in direzione di Ghivizzano.

Qui è stato bloccato dai militari ed era in evidente stato di ubriachezza: l’uomo, infatti, mentre l’altro occupante dell’auto si dileguava, ha iniziato a sferrare calci e pugni ai carabinieri per darsi anche lui alla fuga. I carabinieri hanno tentato di bloccare il malvivente che invece ha ingaggiato una breve ma violenta colluttazione opponendo quindi una decisa resistenza all’arresto, al termine della quale è stato ammanettato e condotto in caserma per gli atti di rito.

Successivamente un’altra pattuglia nel frattempo sopraggiunta in ausilio ai commilitoni, alla stazione ferroviaria di Ghivizzano, ha rintracciato l’uomo scappato: si tratta di un marocchino di 33 anni, residente a Villa Collemandina, disoccupato e anche lui già noto: è stato denunciato insieme al suo amico per il reato di concorso nella ricettazione del veicolo.

A seguito dell’accaduto i militari hanno riportato varie contusioni giudicate guaribili dai sanitari del Pronto soccorso di Castelnuovo di Garfagnana con tre giorni di prognosi ciascuno.

L’arrestato, denunciato anche per il rifiuto di sottoporsi all’accertamento del tasso alcolico con l’etilometro, su disposizione del pm di turno è stato trattenuto nelle camere di sicurezza della Compagnia carabinieri di Castelnuovo in attesa dell’udienza di convalida e dell’eventuale rito direttissimo fissata per la mattinata di ieri. Al termine dell’udienza di convalida l’arresto è stato convalidato e, a seguito della richiesta dei termini a difesa, l’imputato è stato sottoposto all’obbligo di dimora nel Comune di Castelnuovo di Garfagnana e all’obbligo di presentazione alla pg tutti i giorni, in attesa della celebrazione del dibattimento programmato per il 3 marzo prossimo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.