Politiche sociali, a Borgo tanti eventi e progetti per famiglie e anziani

L'assessore illustra il programma per il territorio

Nuovi progetti ed eventi a Borgo a Mozzano nell’ambito delle politiche di welfare comunitario/partecipativo delle aree politiche/sociali.

Per sostenere gli anziani non autonomi, il Comune di Borgo a Mozzano ha già programmato ed avviato interventi di tipo socio-assistenziale finalizzati ad offrire aiuto per le esigenze primarie, aiuto alla persona e aiuto domestico (servizio di prima informazione, segretariato sociale, supporto economico, assistenza domiciliare, telesoccorso, ricoveri in strutture residenziali idonee); si rendono però necessarie anche iniziative diverse ma di pari importanza, di tipo aggregativo e socializzante, volte a migliorare la qualità della vita e a contenere il malessere dovuto alla mancanza di legami e di relazioni sociali.

I progetti.

Il progetto La comunità risponde – Anziani meno soli  prevede la realizzazione di iniziative ed interventi pensati per gli anziani allo scopo di contrastare la solitudine e di promuovere la socializzazione e l’aggregazione, offrendo risposte ad una fascia consistente di persone che non necessitano di servizi sanitari ed assistenziali, ma richiedono interventi di natura integrativa, iniziative ricreativo-culturali e attività di svago.

“Con l’attuazione del progetto – spiega l’assessore al sociale Motroni -, si persegue il ben-essere di una fascia fragile della popolazione, benessere inteso non come mancanza di malattia, ma come condizione di persona-parte della rete di comunità. Nell’ambito sempre dell’area anziani durante questo anno ci sarann 2 gite culturali per terza età e soggiorno estivo di 15 giorni in località marina a Viareggio”.

Progetto “Oltre la scuola-un aiuto alle famiglie con figli disabili”. “Il progetto – spiega ancora l’assessore Motroni – si inserisce in un quadro più complesso di azioni ed interventi a sostegno della disabilità che si integrano con i servizi presenti sul territorio.  Tale progetto si propone di sostenere le famiglie con figli disabili offrendo ai ragazzi in età scolare, dalla scuola media a quella superiore, attività extrascolastiche. Le caratteristiche peculiari di questo progetto sono quelle di alleggerire il carico assistenziale dei genitori e l’offerta di uno spazio ludico dedicato ai ragazzi. Le attività extrascolastiche molte volte sono difficili da sostenere dai genitori che si trovano impegnati in visite mediche, trattamenti logopedici e fisioterapici spesso sostenuti in ambito privato in aggiunta ai servizi limitati forniti dal Ssn. Doposcuola in collaborazione con la caritas (all’interno noi abbiamo un’educatrice che segue un bimbo con disabilità e i ragazzi in servizio civile)”.

Progetto educativo nell’area di intervento psico-affettiva-emotiva. Si tratta, spiega ancora l’amministrazione, di cicli di incontri rivolti agli studenti della scuola secondaria di primo grado. L’articolo 5.2c, della legge 119 /2013, ricorda la necessità di promuovere nella programmazione didattica curricolare ed extra-curricolare delle scuole di ogni ordine e grado, la sensibilizzazione, l’informazione e la formazione degli studenti, al fine di prevenire la violenza nei confronti delle donne e la discriminazione di genere.

Proseguono inoltre i progetti di servizio civile (5 ragazzi) all’interno delle scuole per l’inclusione scolastica

Gli eventi.  L’8 marzo, in occasione della giornata internazionale della donna verrà sviluppata una giornata per riflettere sulle pari opportunità e sensibilizzare sulle politiche di genere. L’evento si terrà sabato 7 marzo dalle 10 alle 16 nel salone delle feste. Un tè per te, raccontare e comunicare con le parole giuste. Interverrà lo scrittore Luca Martini-l’importanza della comunicazione contro gli stereotipi e i pregiudizi che alimentano la violenza sulle donne.

Il 25 novembre invece è in programma un flash mob con gli istituti scolastici e possibilità di collaborare con una scuola di danza del territorio.  Presentazione di una mostra organizzata dall’istituto secondario di primo grado.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.