Ponte delle Catene, Lega: “Comune parli chiaro sui tempi di restauro”

Polemiche dopo il sopralluogo al monumento di Chifenti

“Il ponte delle catene è abbandonato a se stesso”. E’ questa la conclusione della consigliera provinciale della Lega Ilaria Benigni, della consigliera comunale di Borgo a Mozzano Yamila Bertieri e del responsabile enti locali Massimiliano Baldini dopo il sopralluogo sul ponte di Chifenti nella frazione di Borgo a Mozzano.

“In qualità del ruolo che mi compete – afferma Benigni-, ho avuto immenso piacere di toccare con mano e verificare in che condizioni verte il ponte e sono rammaricata nel vedere che nonostante la ristrutturazione del 2003 la struttura verte in condizioni disastrose, rasentando il limite della sicurezza. Lo scorso agosto l’assessore Profetti del Comune di Borgo a Mozzano, ci aveva rincuorato dichiarando anche, a mezzo stampa, che era stato presentato dall’amministrazione provinciale di Lucca, in sinergia con il Comune di Bagni di Lucca e Borgo a Mozzano, un progetto di ristrutturazione della pavimentazione del ponte e che a tal fine la provincia aveva stanziato 200 mila euro”.

Ponte delle catene

Condividiamo e appoggiamo l’idea del restauro – affermano Benigni e Bertieri- poiché è un peccato vedere un’opera strutturale come questa classificata tra i ponti più belli del mondo abbandonata a se stessa ma, la cosa che a noi sta maggiormente a cuore è avere maggiori informazioni sulle tempistiche di inizio e sugli interventi che verranno fatti. A tal proposito presenteremo un’interrogazione sia all’ente comunale di Borgo a Mozzano, sia alla provincia di Lucca per conoscere l’evoluzione del progetto, quali saranno le misure adottate per la messa in sicurezza della pavimentazione e una più solida fruizione”.

“Secondo noi – concludono le due consigliere – la struttura merita di essere mantenuta in uno stato ottimale in primis per i cittadini che ne usufruiscono e valorizzata in quanto è un fiore all’occhiello,  sia sotto un punto di vista storico-culturale,  sia di accentramento turistico che gioverebbe a tutte le attività commerciali presenti sul territorio, avendone avuto un grande riscontro grazie alla disponibilità interlocutoria dei cittadini”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.