Trentacinque anni fa un’altra tragedia per la famiglia di Giulia

In un incidente aveva perso la vita il fratello del papà della studentessa

E’ una famiglia distrutta quella di Giulia Salotti, la studentessa di 14 anni morta nell’incendio della sua casa ad Anchiano.

Il padre, Massimiliano, che è rimasto ustionato nel disperato tentativo di salvarla è ancora ricoverato all’ospedale San Luca di Lucca, mentre la madre Elisabetta è stata dimessa ieri: aveva avuto un incidente sul Brennero mentre accorreva a casa, avvisata dai parenti dell’accaduto nel cuore della notte.

Una tragedia immane che si somma ad un altro gravissimo lutto che la famiglia Salotti aveva dovuto affrontare 35 anni fa. Nel 1985, infatti, era morto in un incidente d’auto ad Anchiano a poche centinaia di metri da casa Deno, il fratello di Clara e Massimiliano.

Il ragazzo aveva appena 23 anni, quando morì per le ferite riportate nell’incidente. Un dramma dopo il quale la famiglia aveva dovuto guardare avanti. Ieri un’altra terribile tragedia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.