Orgoglio comune: “Sindaco passi dalle parole ai fatti”

Il gruppo di opposizione commenta la vicenda del canile di Diecimo

“Ci fa estremamente piacere che il sindaco, appena ricevuta la nostra interpellanza sul canile di Diecimo e prima ancora di discuterla in Consiglio comunale, abbia fatto proprie le nostre proposte. Magari poteva essere più attivo nei suoi primi 5 anni di mandato, ma accogliamo con fiducia la nuova volontà di cambiare rotta”. Così il gruppo di opposizione in Consiglio comunale a Borgo a Mozzano Orgoglio comune in merito alla situazione del canile di Diecimo.

“Ora che, grazie anche alla pressione nostra e delle altre minoranze nel consiglio dell’Unione dei Comuni, è stato individuato il nuovo gestore, ci auguriamo che siano definite immediatamente le iniziative da noi proposte, tra le quali quella del bonus cane che alcuni sindaci della Toscana stanno già applicando – prosegue la nota del gruppo -. Si tratta di un incentivo economico per chi adotta un cucciolo del canile. Tra le tipologie di incentivi c’è il pagamento di una somma di denaro o il corrispettivo in buoni da spendere in generi alimentari e cure veterinarie. Ci sono poi degli enti che hanno deciso di premiare i cittadini che adottano applicando degli sconti sulle tasse comunali (ad esempio la Tari). Il requisito per ottenere tutti questi bonus è che ci si impegni a mantenere il cane per tutta la sua vita e ad accettare i controlli dell’amministrazione comunale sul buono stato di salute dell’animale”.

“Sarebbe un risparmio anche per l’amministrazione – conclude la nota – poiché i Comuni della Mediavalle spendono circa 60mila euro l’anno per il mantenimento dei cani randagi. Proponiamo quindi al nostro sindaco di passare dalle parole ai fatti tenendo conto di questa possibilità e di impegnarsi a farla applicare concretamente, non solo a Borgo a Mozzano ma anche in tutti gli altri comuni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.