Bagni di Lucca, sindaco e assessori si tagliano i compensi per salvare il teatro scuola

Gesto dell'amministrazione per garantire lo svolgimento della rassegna

Quando la politica si taglia i compensi per la cultura. Può sembrare roba da avanguardia, oppure mito del passato. Ciascuno la può vedere come vuole, ma a Bagni di Lucca è quello che accade.

A fine 2019 sindaco e assessori si sono infatti tagliati il loro stipendio per destinare fondi (non solo per il 2020 ma anche per il 2021 e 2022) al teatro della scuola, la manifestazione che come ogni anno si svolge all’Accademico e che, a causa delle ristrettezze economiche, era a rischio.
A scoprire le carte in tavolo è proprio l’amministrazione comunale che chiarisce la situazione dopo gli attacchi arrivati da Un futuro per Bagni di Lucca.

“Ogni anno – spiega la giunta guidata dal sindaco Paolo Michelini – il lavoro per dare vita alla rassegna Teatro Scuola è complesso e parte all’interno dell’ente. Come tutti coloro che sono e sono stati amministratori sanno, le tempistiche degli enti pubblici sono scandite dal bilancio ed a mesi l’amministrazione sta lavorando alla sua predisposizione, compito non semplice viste le note difficoltà finanziarie che caratterizzano il Comune di Bagni di Lucca”.

Ed ecco la soluzione:

“Il risultato di questo lavoro è proprio la delibera 199 del 23 dicembre 2019 che destina una parte dell’indennità del sindaco e degli assessori alla realizzazione della rassegna Teatro della Scuola 2020, ma non solo l’indirizzo è pluriennale il che significa che tale impegno è già garantito anche per il 2021 e il 2022. Scelta che garantirà, per la prima volta dalla nascita della Rassegna, una base di bilancio anticipata”.

“Questo – rivendica la giunta – significa un impegno concreto da parte dell’amministrazione per il progetto della rassegna non solo per quest’anno, ma per i suoi prossimi due anni di mandato. Non è possibile dubitare della volontà dell’amministrazione Michelini verso i progetti culturali perché mai le iniziative del nostro Comune hanno ricevuto tanto sostegno e ottenuto tanta partecipazione come negli ultimi due anni e mezzo”.

“Le ultime due edizioni della rassegna Teatro Scuola – prosegue il Comune – sono state innovative e hanno visto una grandissima partecipazione grazie alla collaborazione con il Wanda Circus. Quest’anno la volontà è sempre la stessa, ma la formula per la realizzazione si è dovuta adattare alle esigenze del bilancio dell’ente che rimane la priorità degli amministratori. Certo è facile fare l’opposizione ed essere sempre pronti a puntare il dito, il più delle volte sulla base di informazioni incomplete e faziose, con il solo scopo di fare polemica; più difficile è fare l’amministratore e considerare tutti i fattori che compongono le questioni e tutelare l’interesse di tutti i cittadini di Bagni di Lucca. In conclusione, non ci sono dubbi per l’Amministrazione di Bagni di Lucca la rassegna Teatro Scuola si realizzerà come ormai da ventisette anni a questa parte”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.