In crescita il movimento calcistico della Valle

Il calcio in Valle del Serchio gode di ottima salute. A certificarlo è Eugenio Dinelli, delegato provinciale della Figc, che con l’approssimarsi dell’inizio della stagione sportiva 2019-2020, fa il punto della situazione sulla realtà calcistica provinciale. Mancano ancora i dati ufficiali dato che le iscrizioni ai vari campionati sono ancora aperte ma anche per la stagione che va ad iniziare la Terza categoria supererà le 30 squadre iscritte mentre per quanto riguarda il settore giovanile si conferma la tendenza degli anni passati con un numero di tesseramenti che si aggira tra i 5700 e i 5800. Un movimento in piena salute, specie se raffrontato con le altre province toscane che, secondo Dinelli, sono in maggiore difficoltà. Dinelli in particolare ha elogiato le società della Mediavalle e della Garfagnana che stanno facendo molto bene soprattutto se paragonate alle difficoltà, legate principalmente agli impianti, che stanno attraversando le società della Piana di Lucca e della Versilia.

“In Valle del Serchio, dove paradossalmente dovrebbero esserci le maggiori difficoltà – afferma il delegato Figc – invece la situazione sta rifiorendo. Penso a realtà importanti il Ghiviborgo, a Pieve Fosciana che ha addirittura due squadre in promozione, a società che stanno rinascendo come il Piazza al Serchio e il Filecchio, a società storiche come il Valdottavo che ha sempre fatto molto bene a livello di settore giovanile. Qui, dove le difficoltà dovrebbero essere all’ordine del girno, si continua a fare calcio bene, come si faceva 15 anni fa. Probabilmente c’è una sensibilità e un attaccamento diverso nei confronti della squadra che rappresenta il proprio paese. L’unico vero problema è legato alla natalità ma so che tutte le società si stanno impegnando molto da questo punto di vista”.
Per quanto riguarda i numeri “I dati ufficiali non ci sono ancora ma mi sento di dire che anche quest’anno in Terza categoria avremo più di 30 squadre e riusciremo a formare due gironi – afferma Dinelli -. Probabilmente saremo l’unica provincia toscana a riuscire in questo risultato che per noi è molto importante: la Terza categoria infatti, al di là dei valori tecnici, ha un aspetto sociale fondamentale in cui noi crediamo molto. È un campionato a cui lo stesso presidente regionale Paolo Mangini tiene molto e noi, da parte nostra cercheremo di fare il massimo per venire incontro alle esigenze di tutte le società”.
Anche per quanto riguarda il settore giovanile la situazione è più che positiva con un livello tecnico che mediamente si sta alzando: “I settori giovanili delle società della Valle hanno sempre raggiunto risultati importanti – conclude Dinelli – e anche quest’anno non sarà da meno. Anche qui mancano i dati ufficiali ma, a livello provinciale, ci stiamo attestando intorno ai 5.700-5.800 tesseramenti, in linea con le annate precedenti. Il livello tecnico inoltre si sta alzando: lo scorso anno avevamo 3 scuole calcio accreditate (Tau calcio Altopascio, Cgc Capezzano e Versilia calcio, ndr) a cui quest’anno si aggiungerà il Lido di Camaiore. Di questo siamo molto soddisfatti e lavoreremo affinché ce ne possano essere sempre di più in futuro”.

Luca Dal Poggetto

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.