Giovani dem, visita a Bruxelles per conoscere la Ue

Dopo la visita a Bruxelles parte la campagna social Pillole d’Europa.
La scorsa settimana una delegazione dei Giovani Democratici della Valle del Serchio ha visitato la sede del Parlamento europeo di Bruxelles, su invito dell’eurodeputata Simona Bonafè.
I delegati – il segretario Raffaele Dinelli, la vicesegretaria Chiara Mele, Alfredo De Servi, Greta Orsi e Silvia Rossi – hanno preso parte ad una breve formazione condotta da un funzionario dell’Europarlamento, avente ad oggetto l’organizzazione dell’Unione Europea, il ruolo legislativo del parlamento e del Consiglio, la ripartizione di competenze normative tra Unione e stati membri, la Brexit.

A seguire, l’incontro con l’eurodeputata, nonché segretaria regionale del Partito Democratico, Simona Bonafè, con la quale hanno avuto l’opportunità di assistere alla seduta plenaria straordinaria del parlamento e alla presentazione di alcuni progetti portati avanti dalla città di Chiusi, città europea dello sport 2020, per la valorizzazione del patrimonio socio-culturale e delle attività sportive.
Toccante è stata, poi, la visita alla Casa della storia europea, un museo nato per iniziativa del Parlamento europeo che ripercorre la storia della nascita dell’Unione, a partire dal mito d’Europa, passando per le rivoluzioni settecentesche e le guerre mondiali, la crescita economica e la nascita della Comunità europea, culminata con la formazione dell’Unione così come la conosciamo oggi.
“Un percorso emozionante – dicono i giovani democratici – che ci ha portato a riflettere sulla storia, i valori e gli elementi culturali che ci accomunano tutti in quanto cittadini europei”.
I delegati, appena ritornati, hanno commentato la visita: “Toccare con mano le istituzioni europee, che spesso ci appaiono così distanti e astratte, ci ha fatto capire quanto, al contrario, queste siano presenti nella nostra vita quotidiana e ci ha lasciato la profonda consapevolezza che ci siano opportunità, risorse, occasioni ancora da cogliere appieno, in primo luogo la conoscenza e il rispetto delle diversità tra i popoli europei, fondamentale per costruire unità. Per questo, come Giovani Democratici, in occasione delle imminenti elezioni europee lanciamo la campagna social Pillole d’Europa, impegnandoci a mettere in luce come l’Unione europea sia stata e sia, oggi più che mai, un bene per tutti, convinti che, come recita il motto dell’Unione, soltanto con un’Europa “unita nella diversità” sia possibile costruire un futuro migliore”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.