Quantcast

Primarie Pd, anche in Valle trionfa Zingaretti

A poche ore dalla chiusura delle urne per l’elezione del nuovo segretario nazionale del Partito Democratico è tempo di primi bilanci. Il dato più significativo forse, al di là dell’elezione in sè, è la sensazione di aver ricucito un rapporto con il proprio popolo che da tempo sembrava logoro e destinato alla rottura completa. L’elemento, sottolineato da molti esponenti Dem, più importante è proprio la ritrovata voglia di partecipazione del popolo Dem che ieri si è recato a votare per l’elezione del segretario e dell’assemblea nazionale in gran numero. Anche in Valle del Serchio la partecipazione è stata molto alta ed anche qui a prevalere è stato Nicola Zingaretti.

 

Tra Lucca e Valle del Serchio sono stati poco meno di 9500 i votanti. Tra le zone in cui si è registrata l’affluenza maggiore si segnalano Barga (1050 votanti), Bagni di Lucca (272) Borgo a Mozzano (284), Camporgiano (155) Castelnuovo Garfagnana (440), Coreglia (858), Gallicano (269) e Piazza al Serchio (307). A trionfare anche in provincia di Lucca è stato Nicola Zingaretti con oltre il 60% dei voti. Zingaretti poteva contare sull’appoggio di diverso esponenti di peso del Pd locale, tra cui il sindaco di Lucca Alessandro Tambellini e il sindaco di Altopascio Sara D’Ambrosio. Si ferma al 31,9% invece il segretario uscente Maurizio Martina che poteva contare sull’appoggio, tra gli altri, del senatore Andrea Marcucci e del consigliere regionale Stefano Baccelli. Più distanziato invece, con poco più del 7% delle preferenze, l’outsider Giachetti. Per conoscere i nomi di coloro che siederanno nella nuova assemblea nazionale Dem si dovrà attendere il pomeriggio quando saranno ponderati anche i voti provenienti dalla Versilia.
“Possiamo dire che con la giornata di ieri abbiamo ritrovato il nostro popolo – dichiara soddisfatto il segretario territoriale Dem e sindaco di Careggine Mario Puppa – La partecipazione è stata molto alta anche in provincia di Lucca, un momento di grande festa per la democrazia reso possibile grazie al lavoro della commissione elettorale e dei tanti volontari che hanno permesso di tenere aperti i seggi per 12 ore e che hanno portato avanti anche lo scrutinio fino a tarda notte. Anche a Lucca ha vinto Nicola Zingaretti che da oggi è il nostro nuovo segretario nazionale. Con lui il partito ritrova unità. Spero che adesso si smetta di parlare delle questioni interne e che tutti insieme si lavori per gli importanti appuntamenti che ci attendono in questo 2019″.
“La straordinaria partecipazione di ieri anche nel nostro collegio ha confermato la vitalità e la passione dell’elettorato democratico – ha detto invece il capogruppo del partito democratico al Senato Andrea Marcucci – È la cosa più importante avvenuta ieri: il Pd è di nuovo in campo, con un mandato rinnovato. La vittoria di Zingaretti è evidente anche a Lucca città e nella piana, faccio i miei auguri di buon lavoro ad Alessandro Tambellini e a Sara D’Ambrosio eletti in assemblea nazionale. In un’ottica di collaborazione con il nuovo segretario, sono contento dei buoni risultati che la mozione Martina ha incassato in Valle del Serchio, un presidio importante, anche in termini percentuali, per difendere il carattere di centrosinistra del Pd ed il suo riformismo. Ora ci aspettano due sfide importanti: le elezioni europee e quelle amministrative, servirà il lavoro e l’entusiasmo di tutto il Pd”.
“La straordinaria partecipazione di ieri anche nel nostro collegio ha confermato la vitalità e la passione dell’elettorato democratico – ha detto invece il capogruppo del partito democratico al Senato Andrea Marcucci – È la cosa più importante avvenuta ieri: il Pd è di nuovo in campo, con un mandato rinnovato. La vittoria di Zingaretti è evidente anche a Lucca città e nella piana, faccio i miei auguri di buon lavoro ad Alessandro Tambellini e a Sara D’Ambrosio eletti in assemblea nazionale. In un’ottica di collaborazione con il nuovo segretario, sono contento dei buoni risultati che la mozione Martina ha incassato in Valle del Serchio, un presidio importante, anche in termini percentuali, per difendere il carattere di centrosinistra del Pd ed il suo riformismo. Ora ci aspettano due sfide importanti: le elezioni europee e quelle amministrative, servirà il lavoro e l’entusiasmo di tutto il Pd”.
Grande soddisfazione è stata espressa anche dai rappresentanti del Partito Democratico di Coreglia, una delle frazioni della Media Valle dove si è votato di più. “È stato un grande successo per tutti – ha detto il sindaco Valerio Amadei. Coreglia è storicamente un comune abituato ad esprimere valori importanti in queste occasioni ma vedere la fila ai seggi e addirittura constatare il netto aumento dei votanti rispetto allo scorso anno fa veramente piacere. Faccio i migliori auguri al neo segretario Nicola Zingaretti che ho sostenuto con decisione, assieme a tanti altri amici come l’assessore regionale Marco Remaschi ed il sindaco di Lucca Alessandro Tambellini, in questa bella e impegnativa campagna elettorale. Al tempo stesso mi sia concesso di lanciare un monito: non ci potranno più essere errori. Gli elettori non ci daranno la loro fiducia un’altra volta. In ogni caso, qualunque candidato ognuno sostenesse, è stata una festa di partecipazione alla vita politica del nostro Paese e non solo al Partito Democratico. Questa, come ben ha detto Zingaretti, è l’Italia che non si piega”.
Sulla stessa linea il segretario dell’unione comunale coreglina del Pd Stefano Reali che si è soffermato sul grande lavoro svolto da tutti i volontari, iscritti e sostenitori del Partito: “Allestire quattro seggi nel comune di Coreglia, poter contare su numerosi iscritti e simpatizzanti che decidono di passare la loro domenica ai seggi o le settimane prima ad incontrare i cittadini per parlargli di questa importante scadenza, sono sicuramente segnali di un partito vissuto e che è profondamente radicato sul nostro territorio. Il risultato di Zingaretti, con quei numeri e quelle percentuali, mi fa ben sperare per il nostro futuro. E’ interessante notare come queste primarie aperte abbiano nettamente ribaltato l’esito che si era avuto durante le consultazioni dei circoli. E i cittadini, quando vanno al voto, hanno sempre ragione. Adesso dobbiamo essere tutti uniti e tornare assieme a fare una politica condivisa e radicata sul territorio fra le persone”.

Scarica l’allegato con i dati sezione per sezione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.