Nora-Spirale a rischio chiusura: scatta lo sciopero

Lo stabilimento a Monsagrati del gruppo Nora-Spirale è a forte rischio di chiusura. La società ha deciso di dismettere il ramo d’azienda nel Comune di Pescaglia entro la fine dell’anno. Sono ben 42 le famiglie residenti tra Pescaglia, Lucca e Camaiore che rischiano di perdere lavoro. Una situazione delicata che ha visto subito l’impegno del sindaco Andrea Bonfanti per la tutela dei lavoratori: martedì (9 ottobre) ci sarà un incontro sindacale per capire le prospettive dell’azienda. Nel frattempo i lavoratori sono in sciopero ad oltranza.

 

“Come Sindaco di Pescaglia – le parole di Bonfanti – esprimo piena solidarietà e vicinanza ai dipendenti dello stabilimento di Monsagrati del gruppo Nora-Spirale in sciopero da oggi per la decisione della proprietà di dismettere il ramo d’azienda che ha sede qui da noi. Siamo in contatto con i sindacati di categoria e ci siamo già attivati per coinvolgere Provincia e Regione. Vogliamo attivare quanto prima un tavolo di concertazione. Non lasceremo sole le 42 famiglie residenti tra Pescaglia, Lucca e Camaiore”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.