Quantcast

Inaugurato svincolo del Ponte Lera – Foto foto

Taglio del nastro a Piano di Coreglia per il nuovo svincolo di collegamento tra il ponte Guglielmo Lera e la strada regionale 445. Dopo mesi di lavori, il raccordo viene inaugurato rispettando la tabella di marcia: un progetto da 600mila euro, di cui 520mila finanziati dalla Regione e 80mila dalla Provincia. L’intervento ha visto la realizzazione di un nuovo collegamento tra la strada regionale e il ponte, con la creazione di uno svincolo ex nuovo. L’obiettivo è quello di agevolare il transito dei mezzi pesanti, che avevano difficoltà nell’accesso all’area industriale.

L’inaugurazione si è tenuta questa mattina (25 luglio) con la presenza l’assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli, il sindaco di Coreglia Valerio Amadei, il vicesindaco Ciro Molinari e l’assessore Pietro Onesti in rappresentanza del Comune di Barga.
“Questo è un investimento importante – le parole dell’assessore Ceccarelli -, uno dei primi che abbiamo fatto direttamente come Regione una volta riacquisite le competenze sulle strade regionali. Qui siamo di fonte ad un miglioramento dell’intersezione tra una strada regionale e una provinciale: l’obiettivo era quello di migliorare la sicurezza stradale, soprattutto per il traffico pesante che serve per le industrie presenti in zona. Mi sembra che siano stati 600mila euro ben investiti, che raggiungono l’obiettivo di un miglioramento della circolazione stradale. A volte non sono gli interventi più costosi che danno dei risultati importanti, anche interventi più modesti possono dare grandi risultati: penso che questo sia uno di quelli”.
“È un momento di grande soddisfazione – commenta il sindaco Amadei -. Ringrazio l’assessore Ceccarelli, a nome della Regione Toscana, per l’investimento che ha messo a disposizione per la realizzazione di questa opera migliorativa alla variante del ponte Guglielmo Lera. Un grazie anche alla Provincia per aver collaborato con il proprio contributo alla realizzazione di questa importante opera. La viabilità migliorerà sotto l’aspetto dei mezzi pesanti, una via d’accesso a due grandi industrie del territorio, che sono due cartiere. In questo modo migliorerà il traffico pesante per l’accesso e per l’uscita da questa viabilità”.
Nel frattempo sorgono le prime polemiche in merito al nuovo svincolo. Secondo alcuni cittadini la nuova viabilità crea ancora dei disagi per il passaggio dei mezzi pesanti, soprattutto nella salita di accesso alla strada regionale. Il vero test per il raccordo sarà in inverno, quando arriverà ghiaccio e neve.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.