Guasti e disagi sui bus, chiesto un tavolo

A poche ore di distanza dall’incendio su un autobus sulla linea  Barga-Castelnuovo, il movimento giovanile di CasaPound Italia esprime le proprie preoccupazioni sulla gestione del servizio di trasporto pubblico locale, che serve ogni giorno moltissimi studenti in tutta la Provincia di Lucca.

“Il servizio del trasporto pubblico fa schifo – tuona il Blocco Studentesco –: i bus sono sempre strapieni e gli studenti stipati come sardine, affrontano tutto il viaggio in piedi. Molti di loro talvolta non riescono neanche ad entrare nel pullman e sono costretti a prendere le corse successive, con conseguenti ritardi rispetto al normale orario di ingresso negli istituti”. “A questa disastrosa situazione – prosegue la nota – si aggiunge anche una scarsa manutenzione dei mezzi. Episodi come quello di ieri, in cui un bus pieno di studenti ha letteralmente preso fuoco, per fortuna senza gravi conseguenze, devono far riflettere sullo stato attuale del servizio e sul livello di sicurezza dei mezzi”. “Già dall’inizio dell’anno scolastico gli studenti avevano segnalato molti disservizi ed il massimo che sono riuscite ad ottenere è stato un incontro fra Provincia e Vaibus, l’azienda che ha in gestione il trasporto pubblico locale. Il risultato dell’incontro è l’introduzione di qualche corsa aggiuntiva, non in grado assolutamente di arginare il problema. Chiediamo alla Provincia di Lucca – conclude il Blocco Studentesco – di indire un nuovo tavolo di lavoro che coinvolga oltre che l’azienda Vaibus, gli studenti tramite i loro rappresentati d’istituto. Siamo noi studenti a relazionarci quotidianamente con queste problematiche. Vorremmo inoltre avere delle rassicurazioni sulla manutenzione dei mezzi con cui migliaia di studenti lucchesi raggiungono le loro scuole, se questi mezzi vengono controllati periodicamente e se viene fatta una manutenzione regolare”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.