Quantcast

Lutto nell’industria per la morte di Gustavo Rontani

Lutto nel mondo dell’industria lucchese per la morte del commendator Gustavo Rontani. A ricordarlo è il presidente di Confindustria Toscana Nord, Giulio Grossi: “Il commendator Gustavo Rontani è stata una figura nota di industriale, che ha dedicato per molti anni la sua appassionata e lungimirante opera all’Associazione degli industriali di Lucca della quale è stato presidente negli anni dal 1971 al 1978 e dal 1984 al 1990. Le sue presidenze sono ricordate per il comportamento saggio e sereno e la grande umanità che hanno contraddistinto lo svolgimento della carica, insieme all’attenzione e alla cura dimostrate verso la sede di Palazzo Bernardini. E’ sotto la sua presidenza, infatti, che furono realizzati importanti lavori di sistemazione dei locali sia del piano terra che della mansarda insieme alla definitiva sistemazione delle sale di rappresentanza, che vennero nuovamente arredate e ritappezzate con tessuti di seta”.

“La storia imprenditoriale di Gustavo Rontani – ricorda Grossi – ha avuto inizio nel 1954 quando alla prematura morte del padre era succeduto alla guida dell’azienda Apice, con sede a Bozzano (Massarosa). L’azienda con la collaborazione del fratello e del cognato si espanse rapidamente arrivando, agli inizi degli anni ’60, a dar lavoro ad oltre mille dipendenti ed occupando il secondo posto nella graduatoria dei calzaturifici italiani. Gli inizi degli anni Settanta resero evidente per l’azienda l’esigenza di interventi di ristrutturazione sia tecnico produttivi che di mercato, richiedenti un ingente impegno finanziario. Su questo argomento i punti di vista dei soci erano divergenti. Gustavo Rontani decise allora di cedere il suo pacchetto azionario e di dar vita ad una nuova iniziativa industriale, la società Rontani Spa, che realizzò a Monsagrati, in un nuovo stabilimento dotato di impianti tecnologicamente avanzati per la produzione di calzature in pvc. La Società ebbe un rapido sviluppo grazie alle doti e capacità imprenditoriali del suo fondatore e seppe conquistarsi da subito la fiducia dei mercati nazionali ed esteri e raggiungere ben presto posizioni di azienda leader nel settore a livello europeo. L’attività della Rontani Spa si è protratta sino alla metà del 2008 allorché Gustavo Rontani, decise di ritirarsi, cedendo la proprietà dell’azienda. Gli industriali lucchesi partecipano con profonda commozione al dolore della famiglia e lo ricordano con affetto”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.