Quantcast

Mancano i prof alla media, scatta protesta

Sono sul piede di guerra i genitori degli alunni della scuola media di Ghivizzano, nel comune di Coreglia. Il motivo sono i ritardi nelle nomine degli insegnanti che hanno costretto la scuola, all’ultimo minuto, a modificare gli orari di uscita dei ragazzi, scatenando malumori. E’ per questo che un gruppo di mamme e di papà hanno scritto una lettera al ministro dell’istruzione Valeria Fedeli, per raccontare l’accaduto e chiedere di rimediare nominando in tempi brevi i professori che mancano all’appello.

Una lettera girata anche alla dirigente del Comprensivo di Coreglia Antelminelli Alessandra Giornelli, al sindaco Valerio Amadei, alla dirigente dell’Ust di Lucca e al dirigente Usr Toscana, Domenico Petruzzo.
“Siamo consapevoli di non essere i soli” a lamentare il problema, scrivono i genitori degli studenti della media di Ghivizzano: “Purtroppo, da qualche anno – proseguono – il problema si presenta per ogni ordine e grado di scuola”.
“Dalle comunicazioni di fine agosto – aggiungono – le lezioni avrebbero dovuto regolarmente iniziare il 15 settembre con orario dalle 8,25 alle 13,25 e solo il 13 settembre, a causa dei ritardi nelle nomine dei professori, siamo venuti a conoscenza che le lezioni si sarebbero tenute dalle 8,25 alle 11,30 fino al 23 settembre, non escludendo ulteriori periodi. Inoltre i genitori avrebbero dovuto provvedere al ritiro dei propri figli, non essendo previsto per quell’orario il servizio di trasporto dal Comune”. Immancabili i disagi sia per il fatto di dover andare a prendere i figli sia per il pagamento dell’abbonamento mensile per il bus. Per questo i genitori chiedono che “vengano effettuate le nomine in tempi brevissimi affinché non si creino ulteriori disagi ai genitori ma soprattutto venga garantito ai nostri figli quel diritto all’istruzione tanto decantato ma al momento mancante”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.