Quantcast

A Piegaio nessun caso di tubercolosi

“Nelle due strutture di Piegaio, nel comune di Pescaglia, non c’è mai stata nessuna emergenza sanitaria. Gli ultimi accertamenti hanno chiarito che i profughi ospiti della due strutture non sono mai stati affetti da Tbc o altre malattie che possano essere trasmesse”.

A dirlo a chiare lettere, dopo l’ultimo accertamento di pochi giorni fa, è il comandante della polizia locale dell’Unione dei comuni della Mediavalle Marco Martini, martedì 1 agosto a Diecimo di Borgo a Mozzano durante l’assemblea pubblica che ha visto una forte partecipazione della popolazione, a cui erano presenti anche il viceprefetto Trimarchi e gli amministratori di Borgo a Mozzano.
“Quindi – ha continuato Martini – possiamo dire che nel comune di Pescaglia al momento non ci sono casi noti di Tbc, meglio conosciuta come tubercolosi. Al minimo dubbio potessero esserci, non per sintomatologia, ma per storia personale, delle persone a rischio di aver contratto la patologia la Asl ha fatto tutte le analisi con estrema attenzione e fortunatamente i risultati sono stati tutti negativi”.
Dal punto di vista igienico, rimane invece il fatto che nelle due strutture di Piegaio che ospitano due piccoli gruppi, Asl e polizia municipale hanno riscontrato che gli edifici dovevano essere adeguati dal punto di vista strutturale, per numero di bagni, arredi e altri aspetti, prescrizioni che sono state date in modo perentorio dal sindaco Andrea Bonfanti attraverso un ordinanza sindacale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.