Menu
RSS

Danni da ungulati, scatta interrogazione di Marchetti

Maurizio MarchettiEconomie rurali, caccia e fauna selvatica: scatta l’interrogazione del capogruppo di Forza Italia nell’assemblea toscana Maurizio Marchetti, che alla giunta toscana chiede risposta scritta a una serie di quesiti. “Economie rurali, zootecnia, caccia e fauna selvatica vanno considerati come insieme complesso in cui tutto si tiene. Trovare un punto d’equilibrio spetta alla Regione, ma ancora siamo in attesa di un piano faunistico venatorio che regoli la materia. Intanto interi raccolti sono compromessi dagli ungulati, cinghiali in testa, coi cacciatori che vorrebbero poter portare maggiore e miglior contributo ma non vengono messi in condizione e via lamentando. Che pensa di fare la Regione, parole a parte?”.

Leggi tutto...

Rifiuti, Marchetti (Fi): “Toscana all'anno zero”

  • Pubblicato in Barga

Maurizio Marchetti"Tanti auspici, poca chiarezza e divergenze anche nella maggioranza. La comunicazione di giunta su rifiuti ed economia circolare è un documento da neofiti, privo di risposte concrete per i toscani e in particolare per i grandi poli produttivi che da decenni attendono soluzioni. Basta filosofeggiare, si chiarisca la prospettiva". Questo il contenuto con cui il capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale Maurizio Marchetti è intervenuto in aula sulla comunicazione della giunta regionale sulla nuova politica sui rifiuti e sull’economia circolare in Toscana, che inevitabilmente ha fatto discutere anche sul progetto del pirogassificatore Kme a Fornaci di Barga. Tre i grandi nodi portati al pettine da Marchetti: "Obiettivi illusori sulla differenziata, rifiuto come risorsa concetto obsoleto in una realtà nazionale ed internazionale che lo ha abbondantemente praticato con successo, mancate risposte alle filiere di carta, tessile e cuoio".

Leggi tutto...

Limiti inquinanti sforati a depuratori Barga, FI accusa

  • Pubblicato in Barga

acque reflue domesticheLimiti degli inquinanti sforati nei depuratori di Barga, il consigliere regionale Maurizio Marchetti alza il velo sulla questione.
"Venerdì scorso - scrive e si interroga - la giunta regionale ha emesso due decreti di diffida nei confronti di Gaia Spa a causa dei ripetuti sforamenti nei limiti degli inquinanti rilevati nei due depuratori di acque reflue di Barga Castelvecchio Pascoli e Rio Fontanamaggio. Gaia adesso ha 30 giorni per attuare misure correttive, abbattere i livelli di inquinanti e comunicare con relazione tecnica interventi e risultati, altrimenti incorrerà in “ulteriori provvedimenti”. Ma i dati su cui si basano i decreti sono del 2018, noti ufficialmente come minimo dal marzo scorso quando Arpat li ha relazionati alla Regione. E ora si continua a sversare fuori dai parametri, con una condotta che lascia prodursi quanto meno il rischio di danno ambientale". La notizia è inserita nei decreti dirigenziali della Regione Toscana numero 11730 e 11731, entrambi del 12 luglio scorso, fondati su irregolarità e non conformità rilevate nel corso del 2018 e relazionate da Arpat alla Regione a marzo 2019.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Newsletter

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@serchioindiretta.it 

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Il network

Lucca in Diretta negativo Cuoio in Diretta negativo