Quantcast

Indumenti e vestiario dalla Croce Rossa di Bagni di Lucca ad una famiglia afghana foto

Nella cittadina termale si sta creando una vera e propria rete di solidarietà

Prosegue la collaborazione fattiva fra la Cooperativa Solidarietà e Sviluppo, il comune di Bagni di Lucca e la Croce Rossa locale.

In occasione dell’incontro fra la famiglia afghana e il sindaco, la Croce Rossa, l’associazione Auser di Bagni di Lucca e la stessa cooperativa che accoglie la famiglia in convenzione con la Prefettura di Lucca, raggiunsero un accordo di collaborazione.

Successivamente, il comune di Bagni di Lucca ha messo a disposizione il pulmino per accompagnare i tre ragazzi a scuola mentre la Cri e l’Auser hanno donato capi di vestiario e indumenti invernali per fare fronte alle rigide temperature della stagione. A tutto il resto pensa la cooperativa: accoglienza, vitto, alloggio, insegnamento della lingua italiana, pratiche burocratiche per il riconoscimento dell’asilo politico ecc.

Anche la scuola di Bagni di Lucca con il suo preside Francesco Feola e l’ufficio scuola del Comune con l’assistente sociale Isabella Benedetti, hanno collaborato per l’indispensabile inserimento scolastico dei tre bambini afghani. Insomma, si sta creando una rete solidale fatta di concreta disponibilità per dare una mano a chi, innocente, è scappato dalla guerra e soprattutto, dall’efferata dittatura talebana.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.