Trading online: quello che c’è da sapere per investire oggi

Più informazioni su

    Il trading online è uno dei fenomeni del momento: negli ultimi anni il numero dibroker ufficialmente riconosciuti in Italia è praticamente raddoppiato, mentre quello di trader è salito di quasi il 50%. Al giorno d’oggi gli investitoridigitali attivi nel nostro Paese sono più di 5 milioni, equamente distribuiti tra Borse e mercati di tutto il pianeta. Un risultato davvero impressionante, specie se si considera che, fino a qualche tempo fa, la Finanza era un settore molto esclusivo.

    In questo momento storico invece chiunque può iniziare a comprare, vendere o scambiare asset: basta avere a disposizione una connessione internet e un dispositivo a scelta tra un computer, un laptop, un tablet e uno smartphone. Insomma, se hai intenzione di metterti alla prova col mondo degli investimenti, questo è il momento perfetto per iniziare, innanzitutto da un punto di vista tecnologico.

    Lo stesso discorso vale per la formazione: infatti puoi iniziare ad acquisire le competenze necessarie a fare trading in maniera consapevole ricorrendo alle tante risorse disponibili in rete. Il consiglio è quello di partire dai fondamentali della disciplina: dallo scopo del trading, dalla terminologia tecnica e dal ruolo dei broker nelle negoziazioni digitali.

    Come scegliere il giusto broker

    Anche chi non è esperto di trading online, con ogni probabilità ha sentito parlare almeno una volta di broker. I broker sono dei professionisti del settore finanziario: degli esperti che frequentano i mercati (spesso fisicamente), che studiano l’andamento degli asset e che propongono investimenti su misura ai propri clienti.

    Oggi ci sono anche broker online, ovvero sitiappositi con cui è possibile operare sui mercati finanziari accedendo a un numero selezionato di asset o di mercati, previa iscrizione. Un investitore deve dunque scegliere il broker con cui fare trading online tenendo conto innanzitutto dell’offerta disponibile. Oggi, oltre alle piattaforme tradizionali è possibile anche investire da mobile utilizzando specifiche app di trading (per approfondimenti leggi qui).

    Detto ciò, esistono altri aspetti di cui tenere conto: i due più importanti sono le condizioni d’uso e le modalità operative. Da questo punto di vista però non esistono regole univoche e tutto sta nel capire quale sia la soluzione più adatta alle proprie esigenze. C’è infatti chi potrebbe preferire una piattaforma con commissioni zero, così come c’è chi prediligerà i siti che garantiscano un depositominimo inferiore. Allo stesso modo c’è chi ha bisogno di fare pratica con la modalità “Conto Demo”, così come c’è chi preferisce affidarsi del tutto al cosiddetto “trading automatico”.

    Come iniziare a fare trading online

    Prima di avvicinarci ai mercati finanziarti è necessario innanzitutto conoscere l’obiettivo principale del trading online. Ebbene, lo scopo dei trader di tutto il mondo è fondamentalmente uno soltanto: accrescere il proprio capitale di partenza. Per farlo si sfrutta la cosiddetta volatilità degli asset. In finanza infatti il prezzo dei beni non è praticamente mai fisso: al contrario è quasi sempre variabile o volatile. Questo vuol dire che il valore di un’azione (ma anche di una materia prima, di una criptovaluta ecc.) può sia scendere che salire, in base a tutta una serie di fattori.

    Un investitore deve imparare a riconoscere questi fattori per tempo e deve imparare a immaginare il tipo di ripercussione che potrebbero avere sugli asset e sui mercati a cui sono interessati. Dopo ciò bisogna imparare ad agire di conseguenza, in modo tale da sviluppare un guadagno. Da questo punto di vista, volendo riassumere e semplificare il trading online, si potrebbe dire che un investitore punta a comprare un asset a un prezzo sufficientemente basso e a rivenderlo a un prezzo sufficientemente alto, così da ottenere un ricavo.

    Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.