Investimenti finanziari: resta alta l’attenzione per i CDF

Più informazioni su

    Il mondo degli investimenti finanziari ruota sempre più spesso attorno ai cfd, ovvero allo strumento più utilizzato da chi desidera operare sui mercati in completa autonomia. Il ricorso ai cfd è in crescita ormai da diversi anni ma nell’ultimo biennio è stato protagonista di un vero e proprio boom, come messo bene in risalto da tutti i numeri del settore. I cfd sono alla base del funzionamento di tutte le migliori piattaforme per il trading online, in quanto il loro utilizzo consente agli investitori di operare in assenza di commissioni.

    Come è facile intuire, i cfd hanno contribuito a rivoluzionare in positivo il mondo degli investimenti finanziari, avvicinando a questo settore anche persone che un tempo non erano coinvolte negli investimenti. Alla base di questo cambiamento virtuoso vi sono principalmente due fattori. Il primo riguarda il fatto che i cfd consentono di investire anche importi contenuti e di conseguenza sono uno strumento ottimo anche per tutti i piccoli risparmiatori o per chi desidera fare dei test. Il secondo riguarda invece il fatto che hanno abbassato sensibilmente i costi di gestione di un portafoglio d’investimento.

    Cosa sono e come funzionano i cfd

    Cfd è un acronimo in lingua inglese che significa “contratti per differenza” e il loro uso è alla base del funzionamento del trading online. Ogni singolo cfd replica l’andamento di un singolo asset e permette agli investitori di scegliere quell’operazione, senza dover realmente contrattare con la società di riferimento come avveniva un tempo. I broker per il trading online consentono di acquistare cfd che hanno per oggetto azioni, criptovalute, materia prime, indici, coppie valutarie e altri ancora.

    Uno dei principali broker del settore è FP Markets che presenta un catalogo molto ampio e consente di effettuare una compravendita di cfd con l’applicazione di uno degli spread in assoluto più contenuti del settore. A differenza dei titoli tradizionali i cfd possono essere acquistati e venduti senza dover sottoscrivere dei contratti, in modo molto veloce, attraverso un semplice click all’interno della piattaforma (per saperne di più, leggi qui).

    I vari broker, non applicando le commissioni sulle compravendite, realizzano i propri utili grazie proprio al differenziale tra il valore di acquisto e quello di vendita. Di conseguenza prima di scegliere una piattaforma per il trading online è sicuramente utile valutare a quanto ammonta lo spread applicato, ovvero la forbice tra valore di acquisto e di vendita. Negli ultimi anni i principali broker hanno notevolmente assottigliato questo valore, in modo da risultare maggiormente competitivi. L’applicazione di questo differenziale è l’unica diversità che un cfd ha nei confronti del suo titolo sottostante di riferimento, in quanto si muove poi sempre esattamente nello stesso modo.

    Vantaggi derivanti dall’uso dei cfd

    Se i cfd sono diventati negli anni uno strumento di investimento così importante e gettonato è dovuto alla loro capacità di offrire molti vantaggi. Per prima cosa, a differenza dei titoli tradizionali, molto spesso possono essere oggetto anche di vendita allo scoperto. Questa operazione, che ogni singolo broker decide se abilitarla e su quale cfd renderla utilizzabile, permette di realizzare degli utili anche quando un titolo perde valore, ovviamente prevedendone in anticipo il giusto andamento.

    Inoltre tra i vantaggi dei cfd sono sicuramente da menzionare:

    • Apertura e chiusura veloce.
    • Applicabilità di strumenti automatici.
    • Possibili pre-ordini.
    • Utilizzo con importi contenuti.
    • Azzeramento della burocrazia.
    • Costi di gestione assenti.

    I cfd infatti si prestano benissimo ad essere integrati anche con strumenti di tipo automatico di gestione degli investimenti, come ad esempio il take profit e lo stop loss che fanno scattare la vendita dell’asset in modo automatico, al raggiungimento di un valore prestabilito, sia in positivo che in negativo. I titoli realizzati con questa modalità possono anche essere pre-ordinati o messi in attesa di chiusura, con l’operazione che diventerà immediatamente operativa all’apertura dei mercati, senza la necessità che il trader sia connesso.

    Infine è sicuramente importante ricordare che l’uso dei cfd permette di realizzare diversi test nella scelta della strategia d’investimento e di operare con importi molto contenuti, che variano di solito da un minimo di 10 ad un massimo di 250 euro. In conclusione è evidente che rappresentano uno strumento molto innovativo che, grazie alle tante comodità che è in grado di offrire, ha rivoluzionato il mondo del trading.

    Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.