Quantcast

Nuove regole per i pagamenti in contanti: scatta il limite

Anche una donazione o un prestito a un figlio per una cifra di almeno mille euro dovrà essere giustificato ed effettuato con un tipo di pagamento tracciabile, come un bonifico

Nuove regole per i pagamenti in contante: da oggi (1 gennaio) entra in vigore il nuovo limite di 999,99 euro.

Soglia, sotto ai mille euro, che viene applicata, per qualsiasi passaggio di denaro tra persone fisiche o giuridiche. Questo significa che non solo l’acquisto di un bene o la prestazione di un professionista ma anche una donazione o un prestito a un figlio per una cifra di almeno mille euro dovrà essere giustificato ed effettuato con un tipo di pagamento tracciabile, come un bonifico (ma anche carta di credito/debito)
Il limite posto all’utilizzo del contante si allinea alle regole previste per gli assegni bancari, postali e circolari, che possono essere emessi o richiesti per importi pari o superiori a mille euro solo indicando il nome o la ragione sociale del beneficiario e la clausola di non trasferibilità.
Pagamenti misti
Consentiti anche i pagamenti “misti”, ovvero eseguiti utilizzando sia il cash sia uno strumento tracciabile. Ad esempio, per pagare un servizio che costa 1800 euro è permesso consegnare al professionista 900 euro in contanti e 900 euro con un assegno, con la carta di credito o con un bonifico. L’importante è che la somma in contanti resti sempre al di sotto della soglia di 999,99 euro.
Sanzioni
 
Mille euro, ma per i professionisti o per chiunque non segnali le irregolarità alle direzioni territoriali la sanzione resta fissata da 3mila a 15mila euro, quindi con una soglia minima pari al triplo rispetto a quella prevista per chi commette la violazione.
Cambiavalute
 
Si sottolinea, inoltre, che in sede di conversione in legge del decreto legge 146/2021, il nuovo articolo 5-quater fissa a 3mila euro il limite per i cambiavalute

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.