Quantcast

Imprese e flessibilità: la crescita della somministrazione di lavoro

Per crescere, svilupparsi e rimanere competitive le imprese hanno bisogno di maggiore flessibilità, anche nei processi di ricerca e selezione del personale

Più informazioni su

    Il termine flessibilità è diventato la parola d’ordine nel mercato del lavoro odierno. Le imprese guardano a strutture organizzative agili, orientate all’elasticità e al dinamismo. Ciò vale anche per i processi di ricerca e selezione del personale, fondamentali per definire il capitale umano su cui si fondano le aziende del tessuto produttivo italiano.

    Non è quindi un caso se negli ultimi anni si è assistito a una crescita costante e progressiva della somministrazione di lavoro. Grazie alla sua struttura peculiare, questa tipologia di contratto garantisce l’accesso a forme di lavoro flessibili. I lavoratori somministrati non vengono assunti direttamente dalle imprese, ma da un’agenzia di somministrazione. Si pensi a Jobtech, vero e proprio leader nel settore della fornitura di personale. L’agenzia dispone di manodopera e professionisti formati assunti a tempo determinato o indeterminato (tramite staff leasing).

    Le aziende che necessitano di nuove risorse da inserire all’interno del proprio organico possono rivolgersi a Jobtech. I suoi recruiter individueranno i profili più in linea con le richieste del cliente, presso il quale verranno inviati in missione. Gli utilizzatori possono avvalersi del personale somministrato per una durata di tempo variabile (breve, media o lunga). In ogni caso, tutti gli oneri amministrativi, burocratici, contrattuali e salariali sono a carico dell’agenzia somministratrice accreditata.

    Il numero di persone impiegate presso un’azienda tramite somministrazione a tempo determinato non può superare il 30% dei lavoratori direttamente assunti dall’azienda utilizzatrice a tempo indeterminato. Per lo staff leasing, la percentuale si riduce al 20%.

    Se da un lato la somministrazione favorisce la flessibilità delle aziende, dall’altro tutela anche i lavoratori. I somministrati beneficiano infatti degli stessi diritti spettanti ai loro pari grado alle dirette dipendenze degli utilizzatori. Ciò significa che hanno diritto di percepire il medesimo salario e di godere di un ugual numero di ferie e permessi, come previsto dal contratto nazionale di settore.

    Coloro che sono assunti in staff leasing (a tempo indeterminato) possono inoltre percepire un’indennità di disponibilità per tutto il tempo in cui rimanessero inoccupati. Le agenzie hanno quindi il compito di trovare sempre un impiego al personale gestito, oltre a quello di occuparsi degli aspetti legati al welfare e alla previdenza. Flessibilità si coniuga quindi a garanzie per i somministrati, a qualsiasi livello di inquadramento.

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.