Top employer 2021, Smurfit Kappa Italia si conferma tra le migliori aziende italiane

La multinazionale leader nell’ideazione e produzione di soluzioni di packaging a base carta con tre sedi sul territorio lucchese ha ottenuto il riconoscimento per il secondo anno consecutivo

Smurfit Kappa Italia è Top employer 2021 e per il secondo anno consecutivo entra nel club delle migliori aziende italiane. La multinazionale leader nell’ideazione e produzione di soluzioni di packaging a base carta con tre sedi sul territorio lucchese ha infatti ricevuto una prestigiosa certificazione che riconosce in tutto il mondo l’eccellenza nei processi di gestione e sviluppo delle risorse umane.

Dopo il risultato ottenuto nel 2020, anche quest’anno Smurfit Kappa Italia si è confermata così una delle 112 aziende in Italia certificate da Top employers institute. Un traguardo che premia il lavoro svolto in azienda, per continuare a costruire e ad investire su quelli che sono considerati i capisaldi di Smurfit Kappa in coerenza con i suoi valori: comunicazione, formazione, motivazione del personale, sicurezza sul lavoro, attenzione alla diversità e Inclusione, supporto alle comunità in cui opera la multinazionale attraverso i 26 siti italiani, di cui tre presenti nel lucchese: la cartiera di Ponte all’Ania e gli stabilimenti di Badia Pozzeveri e Lunata.

“La certificazione valorizza ancora una volta le principali iniziative e programmi dedicati ai dipendenti, da MyVoice alla Smurfit Kappa Academy dedicata alla formazione continua ai processi di Onboarding, che valorizzano l’esperienza dei primi giorni di chi entra in azienda – spiegano da Smurfit Kappa Foundation – . Altre iniziative nate più recentemente CEOx1Day, grazie a cui periodicamente un gruppo di talenti passa una giornata fianco a fianco con l’amministratore delegato per condividere modalità e approcci con cui vengono quotidianamente definite strategie e scelte aziendali, e Breakfast con il Management, un meeting informale fra dipendenti e membri del management, che ad oggi ha coinvolto 160 persone dei diversi plant italiani”.

Attraverso Smurfit Kappa Foundation sono stati finanziati progetti a beneficio di strutture per giovani e disabili per un totale di oltre 300 mila euro, cifra che si aggiunge alle iniziative da parte di azienda e dipendenti, devoluti alla Protezione Civile e ad altri enti e istituzioni impegnati nella lotta al Covid.

“La certificazione ottenuta lo scorso anno è stato solo il punto di partenza di un percorso che procede in coerenza con i nostri valori aziendali e sul quale vogliamo continuare a costruire e a investire – commenta Gianluca Castellini, Ceo di Smurfit Kappa Italia -. Per questo essere riconosciuti Top Employer per il secondo anno consecutivo ci rende orgogliosi, ma è soprattutto la conferma della validità di una strategia che mette al centro le nostre persone, a maggior ragione in un periodo come quello che abbiamo vissuto e che stiamo vivendo, che ci ha messo di fronte a situazioni e sfide impreviste dove la priorità è stata per noi sin dall’inizio la salute e la sicurezza dei nostri dipendenti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.