Quantcast

Qualità dell’abitare, Baccelli e Spinelli presentano a Milano i progetti finanziati

Tra questi c'è anche “Abitare la Valle del Serchio”

Le azioni di rigenerazione urbana possono dare nuova linfa alle nostre città. I tre progetti finanziati con fondi del Pnrr nell’ambito del programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare (PinQua) saranno per la Toscana una possibile avanguardia virtuosa”. Lo hanno detto l’assessora regionale alle politiche sociali e alla casa Serena Spinelli e l’assessore al governo del territorio Stefano Baccelli intervenendo al convegno sui Pinqua nell’ambito dell’evento Urbanpromo – Progetti per il paese in corso a Milano.

L’assessora ha illustrato finalità e caratteristiche dei tre progetti toscani che sono stati ammessi ai finanziamenti e che riceveranno complessivamente 45 milioni di euro. Si tratta dei progetti denominati: tra questi c’è “Abitare la Valle del Serchio” proposto dalle Unioni dei Comuni della Garfagnana e della Media Valle del Serchio.

Tutti e tre i progetti, presentati dalla Regione Toscana, si sono classificati tra le proposte ammesse al finanziamento nazionale, in posizione utile ad essere finanziati ed avviati già in prima fase.

“Si tratta – ha spiegato Serena Spinelli – di interventi che puntano alla rigenerazione urbana attraverso la riqualificazione degli spazi urbani e la creazione di servizi, riducendo l’impiego di nuovo suolo. I progetti mirano anche a favorire le relazioni, la vita di comunità, la coesione sociale. Si tratta di una grande opportunità per i territori coinvolti, che tende a coniugare qualità degli spazi urbani, contrasto al disagio abitativo, sostenibilità”.

Per Stefano Baccelli “l’importanza di questi progetti sta nel loro valore individuale, ma anche in quello che rappresentano: ovvero la strada che vogliamo imboccare e che punta alla rigenerazione, riqualificazione, valorizzazione del tessuto del territorio. Tutto questo non può che partire dalle idee che le amministrazioni comunali che hanno il governo del territorio propongono rispetto alle nuove funzioni, alla linfa vitale rispetto all’idea di sviluppo, mobilità, residenza, sviluppo turistico e economico. Quindi partire dalle idee è il passaggio corretto, la strada maestra per contribuire a rendere ancora più bella questa splendida regione”.

Progetto “Abitare la Valle del Serchio”

Comuni di Bagni di Lucca, Barga, Borgo a Mozzano, Camporgiano, Careggine, Castelnuovo di Garfagnana, Castiglione di Garfagnana, Coreglia Antelminelli, Fabbriche di Vergemoli, Gallicano, Minucciano, Molazzana, Pescaglia, Piazza al Serchio, Pieve Fosciana, San Romano in Garfagnana, Sillano Giuncugnano, Villa Collemandina.

Il progetto, inserito nel contesto territoriale della provincia di Lucca, coinvolge 19 Comuni, 2 Unioni dei Comuni (Garfagnana e Media Valle del Serchio) e circa 84mila residenti, su un ampio territorio (881,27 km2). La peculiarità della proposta è la presentazione di un progetto unitario per l’intera valle, in cui gli interventi previsti costituiscono un sistema omogeneo, integrati in una rete e sostenuti da una politica di vallata che agisce quale suo fine principale sull’accesso, sulla prossimità e sulla qualità dei servizi essenziali per la popolazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.