Quantcast

Possibile chiusura di cave, Salviamo le Apuane sostiene il Piano per il Parco

Fra i siti estrattivi da chiudere anche la Focolaccia e quelli nel Pizzo d'Uccello

Possibile chiusura di cave all’interno del Parco delle Alpi Apuane, interviene Salviamo Le Apuane tramite le parole di Eros Tetti

“Salviamo le Apuane – scrive – invita tutte le forze impegnate nella difesa delle Apuane a prepararsi ad una prossima battaglia molto dura ma, se vinta, portatrice di un un grande risultato. Abbiamo saputo da fonti ben sicure che il Parco si appresta a portare alla discussione del direttivo un documento del Piano per il parco, redatto dal comitato scientifico, in cui si prevedono importanti iniziative di chiusura di siti estrattivi nel parco fino al 50% (qualcuno parla del 70%). Fra le cave da chiudere sono comprese situazioni centrali ed anche simboliche per noi come la Focolaccia e le cave nel Pizzo d’Uccello”.

“Sappiamo anche – prosegue Tetti – che si sono già levate voci in contrario dal mondo politico ed amministrativo del territorio. Il Presidente del Parco si dichiara deciso a portare avanti quel documento ma avrà contro forze notevoli. Si va delineando una situazione di contrapposizione simile a quella del Pit nel 2015. Salviamo le Apuane si schiera senza dubbi a difesa del documento ricordato per la chiusura di tanti siti estrattivi, della Focolaccia, delle cave del Pizzo. E chiama da subito tutte le associazioni, gruppi, comitati, a partire dai sottoscrittori del Manifesto delle Alpi Apuane, a schierarsi sulla stessa posizione al fine di creare una forza che abbia peso nel dibattito e nello scontro che si aprirà a breve. Forza e organizzazione”.

“Per aderire e rimanere aggiornati – conclude – sugli sviluppi di questa situazione vi invitiamo ad aderire scrivendo a info@salviamoleapuane.org”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.