Quantcast

Fazzani: “Chiusura dell’ambulatorio di ecografia, i sindaci sapevano”

L'esponente di Per Vagli e Roggio attacca

“Che la situazione ospedali in Valle del Serchio, della quale si parla ormai da troppi anni sia un tema scottante è risaputo ma che si arrivasse a perdere un servizio di vitale importanza non lo credevamo”. A dirlo è Edoardo Fazzani di Per Vagli e Roggio.

“Come il nostro ruolo ci impone – afferma –  vogliamo prendere la nostra posizione sulla situazione attuale, siamo venuti a conoscenza dai giornali che il reparto di cardiologia dell’ospedale S.Croce di Castelnuovo di Garfagnana sta per essere investito da forti restrizioni. Ci riferiamo in particolare al fatto che la cardiologia sarà operativa solo dalle ore otto alle ore venti dal lunedì al venerdì, ci verrebbe da dire la notte, il Sabato e la domenica è vietato prendere un infarto, perché nessuno sarà li pronto a salvarti. Ma a fronte di questa notizia ci viene a mente un’altra considerazione ma che ruolo può avere un pronto soccorso senza una cardiologia operativa H 24 e tutti i giorni? Sono domande alle quali vorremmo una risposta, ma purtroppo noi siamo minoranza di un Comune disastrato come quello di Vagli Sotto e quindi nessuno ce la darà mai”.

“Fortunatamente qualche amico ci ha informato sulla situazione e abbiamo saputo che i nostri sindaci della valle erano a conoscenza dell’operazione dai primi di aprile: nessuno ha parlato perché? Non si è visto votare un ordine del giorno in nessun consiglio comunale perché ? Non si è visto un consiglio comunale straordinario sul tema perché? Fortunatamente ma forse sfortunatamente, perché sarebbe meglio non leggere certe pantomine dettate dal politichese, qualche amico ci ha fatto leggere il verbale dell’ultima conferenza zonale dei Sindaci della Valle del Serchio del 20 aprile scorso, pochi e di poche righe gli interventi che hanno affrontato il problema, basti pensare che la conferenza ha avuto inizio alle 15,15 ed è terminata alle 16, 30, considerando che è composta da diciannove Comuni ognuno ha fatto un intervento della durata di 3,94 minuti. Bravi – afferma – dimostrate proprio interesse per la valle, ma cosa ben più eclatante è che alcuni sindaci non erano nemmeno presenti quasi come se tutto andasse bene e non esistessero problemi a livello di sanità locale, dimenticandosi che quando si parla di ospedale non si parla di politica o di posizioni di parte, ma si parla di un argomento che interessa la salute dei cittadini siano essi di destra di centro o di sinistra”.

“Siamo stupiti – aggiunge – dall’assenza del sindaco di Vagli Sotto Lodovici che ha mandato un delegato, ma forse Lodovici dopo circa quarant’anni di lavoro all’interno dell’ospedale S.Croce avrebbe fatto più bella figura ad essere presente. Ma siamo stupiti dall’immobilismo di tutti gli altri sindaci che non si sono minimamente degnati di chiedere spiegazioni in merito alla situazione del reparto di cardiologia. Come gruppo ci rendiamo disponibili a qualsiasi iniziativa ci sia da intraprendere sia essa dettata da amministrazioni di destra quanto di sinistra, è risaputo che il nostro è un gruppo civico non appoggiato da nessuno e questo lo abbiamo dimostrato nel tempo. Chiediamo inoltre che se mai verrà fatta una conferenza zonale dei sindaci, sia fatta pubblicamente, in maniera che i cittadini sappiano e si rendano conto da chi siamo amministrati. Siamo consapevoli che ormai i buoi sono scappati ed è inutile chiudere il recinto, bravi Sindaci anche stavolta una bella dimostrazione di efficienza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.