Quantcast

Pasqua, celebrazioni nelle chiese ma serve la prenotazione

Il vescovo Giulietti: "Limitazioni doverose ma quest'anno potremo vivere la settimana santa insieme"

Sul sito della diocesi di Lucca (clicca qui) è già attiva la possibilità di segnalarsi per le celebrazioni della domenica delle Palme e per tutte le altre della Settimana Santa fino al Venerdì Santo compreso. Da lunedì (29 marzo), a partire dalle 20, i fedeli potranno segnalare la propria presenza anche alle Veglie pasquali e alle messe di Pasqua (sabato 3 e domenica 4 aprile).

“A differenza di quanto avvenuto un anno fa – dichiara l’arcivescovo Paolo Giulietti – quest’anno avremo la gioia di vivere in modo comunitario la settimana santa. Certo, il perdurare della pandemia costringe tutti al rispetto delle consolidate disposizioni anti-covid. Alcune tradizionali processioni o gesti come la ‘lavanda dei piedi’ del Giovedì Santo non potranno svolgersi. Inoltre nella preghiera universale del Venerdì Santo, in ogni chiesa, pregheremo per i defunti e quanti soffrono a causa della pandemia. E tuttavia vivere assieme questi momenti, all’interno delle proprie comunità, ci rafforzerà intimamente nella fede e ci donerà speranza”.

Proprio a causa della pandemia, per ciò che riguarda le celebrazioni in tutta la diocesi, è importante precisare che alle messe festive di sabato 27 e domenica 28 marzo, Domenica delle Palme, ogni fedele potrà portare con sé da casa il rametto di ulivo o di palma, oppure dovrà chiederlo ai volontari presenti all’ingresso della chiesa. È comunque escluso che nella chiesa, o fuori di essa, si lascino recipienti con rametti che possano essere presi personalmente dai fedeli. Si terrà poi in Cattedrale mercoledì (31 marzo) alle 17 la Messa crismale, particolare celebrazione eucaristica che vuole significare l’unità della Chiesa locale raccolta intorno al proprio Vescovo. In tale messa vengono consacrati gli Oli Santi che saranno usati nei mesi a venire. Gli orari delle veglie pasquali in particolare, ma anche gli orari delle altre celebrazioni, saranno tutti compatibili con il rientro a casa prima delle 22, orario attualmente indicato come “coprifuoco”. Chi abita in Zona Rossa è tenuto a munirsi di autocertificazione per recarsi in chiesa, raccomandiamo comunque di recarsi sempre nella chiesa più vicina alla propria abitazione. Per gestire tutto con la massima sicurezza, come del resto già avvenuto anche durante le scorse festività natalizie, coloro che vogliono partecipare alle celebrazioni della settimana santa sono chiamati a segnalarsi per tempo online su www.diocesilucca.it o tramite centralino telefonico allo 058353576 (lunedì-venerdì dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18; sabato dalle 10 alle 12). Per la città di Viareggio è a disposizione anche il numero 0584388990. Tutte le chiese, per le norme di distanziamento, hanno una capienza massima che non è possibile superare. Ricordiamo infine che chi entra in chiesa deve igienizzarsi le mani, avere la mascherina ben indossata sul naso e mantenere il distanziamento nei posti a sedere secondo le indicazioni apposte sulle panche e indicate dai volontari che vigileranno fin dall’ingresso.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.