Quantcast

18 marzo, anche Gallicano ricorda le vittime del Covid-19

Il sindaco David Saisi ha osservato un minuto di silenzio davanti alla bandiera italiana listata a lutto

Stamani (18 marzo) il sindaco di Gallicano, David Saisi, come tutti gli altri sindaci di Italia, ha osservato un minuto di silenzio davanti alla bandiera italiana listata a lutto per ricordare le vittime del Covid-19, per ricordare quella fila di camion piena di bare che ci sconvolse come paese, come nazione.

“Oggi (18 marzo), a distanza di un anno, purtroppo siamo sempre nel cuore della pandemia, ma il pensiero per chi non ce l’ha fatta è dentro a tutti noi. Qualche giorno fa abbiamo raggiunto quota centomila vittime in Italia, cifra oggi già superata. Per avere un ordine di grandezza, i morti di Aids in Italia, dal 1982 ad oggi, sono stati poco più che 70 mila ed era stata definita la peste del ventesimo secolo – dice il Comune -. Oggi, l’immagine del sindaco davanti alla bandiera rappresenta tutti noi gallicanesi, noi che abbiamo pianto i nostri morti, noi che guardiamo al nostro paese con speranza e voglia di riemergere. Noi siamo tutti lì con lui, Gallicano lo è per il forte spirito di comunità e il grande senso di appartenenza che lo contraddistingue. Tutti insieme davanti a quella bandiera dobbiamo trovare la forza per superare questo momento”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.