Lavori Gaia: si amplia il depuratore di Pontecosi

Intervento destinato a migliorare l'intero sistema di raccolta e di depurazione a servizio dell'abitato

Stanno per iniziare i lavori di Gaia per l’ampliamento del depuratore di Pontecosi, nel Comune di Pieve Fosciana. Il potenziamento del piccolo impianto di trattamento, che serve l’intera località di Pontecosi (per un totale di circa 250 abitanti), permetterà di razionalizzare e migliorare l’intero sistema di raccolta e di depurazione al servizio dell’abitato e contribuirà a migliorare le caratteristiche qualitative delle acque di scarico. L’importo stanziato per la realizzazione di questo intervento è pari a 26mila euro.

“Siamo ben lieti di sapere – ha dichiarato il sindaco di Pieve Fosciana, Francesco Angelini – dell’inizio di questi lavori tanto attesi da tutta la comunità. Ci auguriamo che i benefici di questo intervento possano soprattutto vedersi quest’estate, superando le criticità di funzionamento che l’impianto aveva manifestato”.

“L’impegno del gestore nel settore della depurazione delle acque reflue – ha dichiarato il presidente di Gaia, Vincenzo Colle – è rivolto ai piccoli come ai grandi impianti, perseguendo l’obiettivo di migliorare i processi con l’effetto finale di salvaguardare l’ambiente circostante e non ultimo anche di contenere gli odori”.

Il depuratore di Pontecosi, situato su un versante collinare nei pressi della ferrovia della Garfagnana, è attualmente composto da due fosse Imhoff interrate dal volume di 50 metri cubi ciascuna. Una di queste due vasche sarà trasformata in un percolatore anaerobico, operazione che permetterà di rendere il depuratore più efficiente. Le parti interne della vasca saranno demolite, verranno inserite nuove tubazioni in materiale plastico che garantiranno la diffusione del refluo dal basso verso l’alto e sarà infine ripristinato lo scarico. Per trasformare la vasca esistente in filtro percolatore si adotteranno come materiale di riempimento dei corpi plastici (tipo windeco). Dopodiché si procederà a collegare le due vasche per farle operare in serie, mantenendo tuttavia i collegamenti esistenti e inserendo apposite saracinesche/paratoie, in modo da poter sezionare l’impianto in caso di necessità.

A completamento dell’opera, è previsto il ripristino delle parti ammalorate. Il tempo stimato per completare i lavori è di circa 15 giorni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.