Zucconi: “Blackout in Garfagnana, Enel aprirà un tavolo con gli enti locali”

Il deputato incontra i vertici: "Rassicurazioni dalla società: anche le ultime utenze saranno riallacciate"

Blackout elettrico Garfagnana e Mediavalle, il deputato Fdi Riccardo Zucconi a confronto con i vertici regionali Enel. A spiegarne i risvolti è lui stesso.

“Martedì mattina – spiega – ho avuto un approfondito confronto con i responsabili nazionali e della Regione Toscana di Enel, durante il quale ho riscontrato la disponibilità da parte dell’azienda ad affrontare le problematiche che hanno afflitto nei giorni scorsi in particolare le zone di Mediavalle e Garfagnana, ricevendo rassicurazioni su un impegno di Enel per rimuovere ogni possibilità che tali gravi disagi abbiano a ripetersi. Mi ero confrontato con loro anche nei giorni di maggiore criticità, segnalando su indicazione degli amministratori di FdI le situazioni più gravi per chiedere che Enel li privilegiasse nella risoluzione. A seguito di questo incontro, mi è stata data intanto certezza che un tavolo di confronto con le autorità locali verrà aperto a breve, per evidenziare le criticità attuali nella zona, di concerto con le autorità comunali e provinciali ma anche con Anas per quanto di competenza, ma soprattutto per dare nuove e migliori risposte per il futuro dell’intera popolazione”.

“Ho ricevuto inoltre assicurazione – aggiunge – che la situazione è pressoché tornata alla normalità e che sono circa una decina le utenze che continuano a funzionare mediante i generatori di elettricità. Mi è stato detto che anche queste ultime verranno riportate al normale funzionamento a stretto giro. Ho inoltrato poi ad Enel la richiesta di aprire un rapido percorso di indennizzi per coloro che hanno subìto dei danni sia per i disagi sia a causa degli eventuali sbalzi di tensione e di provvedere quanto prima ad una manutenzione e ammodernamento delle cabine elettriche, aumentando ad esempio il telecontrollo, che permette di risolvere i problemi anche da remoto e in maniera più celere”.

“Ho ribadito poi – ha aggiunto Zucconi – la necessità, al fine di evitare danni futuri e situazioni simili a quelle verificatesi, di rivedere la normativa che sancisce la distanza minima fra gli alti fusti e le linee elettriche perché, come ha dimostrato il blackout in Garfagnana, proprio questa insufficiente distanza ha provocato i danni maggiori. Provvederò a confrontarmi con i Consiglieri di Fratelli d’Italia in Regione Toscana perché si facciano carico di una precisa proposta di modifica in merito. Infine ho proposto che, magari in concomitanza con le manutenzioni stradali, si provveda laddove possibile all’interramento delle linee elettriche, che metterebbe definitivamente in sicurezza i cavi, portando giovamento anche ad un risanamento ambientale. Continuerò, assieme agli amministratori di FdI, che ringrazio per quel che hanno fatto in questa emergenza, a monitorare la situazione per il bene dei cittadini della Garfagnana e della Mediavalle, oltre che per tutte quelle imprese che con grande difficoltà continuano ad operare in un territorio straordinario”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.