‘Andar per funghi in Garfagnana… in sicurezza’, c’è il nuovo volume dell’Unione Comuni

Iniziaitiva per la sicurezza dei raccoglitori e di chi va per boschi e sulla conoscenza delle varietà e della loro commestibilità

Andare per funghi è una passione che regala enormi soddisfazioni, un passatempo, uno svago che per gli abitanti della montagna può essere anche una risorsa economica,  non solo per il commercio ma anche per il turismo, essendo un’opportunità per le strutture ricettive. Tanti sono i motivi che muovono gli appassionati quindi, e, tra questi, il benessere e il piacere di stare all’aria aperta e di conoscere il territorio nelle sue particolarità.

Da anni la Comunità montana della Garfagnana prima e l’Unione Comuni poi hanno svolto, sotto diverse forme, un ruolo amministrativo ma soprattutto di valorizzazione dei territori interessati dalla raccolta dei funghi, anche attraverso interventi diretti sul bosco.

“Già in passato – si legge nella nota – ci siamo occupati di far conoscere con depliant, informative e manifesti il mondo del fungo, perché l’interesse verso la sua raccolta porta spesso nei boschi persone che si improvvisano ‘fungaioli’, anche senza una minima conoscenza delle varietà micologiche e della loro commestibilità e senza un’adeguata preparazione fisica e un corretto abbigliamento. L’impreparazione a volte ha conseguenze estremamente gravi, altre addirittura fatali”.

“Da questi presupposti, con grande piacere – si legge – l’Unione Comuni Garfagnana ha coordinato e raccolto l’idea di realizzare una pubblicazione che possa costituire un vademecum per la sicurezza dei raccoglitori e di chi va per boschi comprensivo dei più importanti aspetti sulle varietà micologiche locali e della loro commestibilità. Il volume, dal titolo Andar per funghi in Garfagnana…in sicurezza, è entrato così a far parte della sezione Radici, comuni e comunità della Collana della Banca e dell’Identità e della memoria della Garfagnana”.

L’evento sarà presentato domani (6 agosto) alle 18 all’Unione alla presenza degli autori secondo le normative antiCovid-19 vigenti. Sarà presto disponibile anche on line sul sito www.garfagnanaidentitaememoria.it.

Il presidente Andrea Tagliasacchi così commenta: “Questo utilissimo lavoro lo dobbiamo a Aster Natura Toscana e al Sast stazione di Lucca a cui va il nostro più sentito ringraziamento per la collaborazione ricevuta. La collana editoriale della Banca dell’identità e della memoria si arricchisce così di un importante tassello che unisce tradizione, conoscenza del territorio, servizio pubblico e promozione del turismo gastronomico e, giunti ormai alle porte della prossima, e speriamo rigogliosa, stagione di raccolta, ci auguriamo possa essere un utile strumento  per farsi cogliere adeguatamente preparati a questa piacevole attività”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.