Fabbriche di Vergemoli, Giannini risponde all’opposizione: “In sei anni investiti oltre 7 milioni in infrastrutture”

Il primo cittadino replica a Uniti Svoltiamo: "Doveroso difendere e ripristinare la verità rispetto al nostro bellissimo comune"

Raccolta di firme a Fabbriche di Vergemoli contro il governo: dopo l’intervento dell’opposizione Uniti Svoltiamo sulla petizione Fdi, arriva la risposta del sindaco Michele Giannini.

Uniti Svoltiamo: “Petizione Fdi, Giannini ci tenga fuori dai suoi affari”

“Ho letto con stupore l’articolo rivoltami dal movimento civico Uniti Svoltiamo, a cui personalmente non avrei neanche risposto in ossequio al principio che ognuno la può pensare come vuole, anche se poi parla di cose che non conosce. Mi è sorto però l’obbligo di rispondere in merito all’affermazione ‘fa parte del declino in cui siamo stati trascinati’, non tanto per me ma perché come ho già chiarito in altre sedi è doveroso difendere e ripristinare la verità pubblica rispetto al nostro bellissimo comune, spesso attaccato solo al fine di attaccare me“.

“Fabbriche di Vergemoli nasce nel 2014 – prosegue il sindaco – e dopo i primi mesi di commissariamento mi ha avuto come primo sindaco poi confermato; da quando sono stato eletto la prima volta abbiamo fatto il nuovo regolamento urbanistico ed in virtù di ciò, fatto un parcheggio a Vallico di Sopra ed appaltato quello di Fabbriche di Vallico, raggiunto con una viabilità bianca la parte alta di Fabbriche di Vallico, riqualificato la piazza a Vallico di Sotto e buona parte del paese di Campolemisi con nuovi acquedotti e fognature, messo in sicurezza gli abitati di Gragliana e le case popolari di Fabbriche, terminato la ristrutturazione di Palazzo Roni a Vergemoli dove è nato un nuovo ristorante ed un ostello, terminati i lavori di riqualificazione a Calomini, creata la frazione di San Luigi, migliorate molteplici viabilità minori, riqualificato il borgo dei mulini con l’acquisto della vecchia cartiera che verrà abbattuta entro l’anno per far posto ad un parcheggio camper.

“Abbiamo promosso il mantenimento della cartiera a Fabbriche di Vallico – continua Giannini -, investito per riasfaltatura e miglioramento delle strade asfaltate, abbattuto e già in parte ricostruito il vecchio palazzo comunale di Fabbriche ed un ponte sempre nel capoluogo, la farmacia e l’ufficio della misericordia, ripristinate molteplici strade bianche e sentieri, fatta una strada per arrivare finalmente a Col di Luco, assunti più di 100 persone per 6 mesi/1 anno tramite bandi comunitari, servizio civile, botteghe della salute e tirocini, promosso il progetto delle case ad 1 euro con sviluppi tra poco pubblici ed importantissimi. In sei anni sono stati investiti in infrastrutture oltre sette milioni di euro su una popolazione di meno di ottocento abitanti pensando ad una politica demografica che porti al ritorno della popolazione invece che alla sua fuga. Per cui, come dice un simpatico mio amico, Non ci si crede ma tocca crederci“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.