Quantcast

Acqua non potabile a Lupinaia, la solidarietà in aiuto del paese: donate bottiglie da distribuire ai cittadini

Il gesto arriva dalla Fonte Azzurrina, il ringraziamento del sindaco e tutta l'amministrazione

Un’altra grande storia di solidarietà con la Valle del Serchio protagonista. A Lupinaia, frazione del comune di Fosciandora, il sindaco Moreno Lunardi ha firmato un’ordinanza per il divieto di utilizzo dell’acqua potabile. Ai disagi dei cittadini è venuta incontro la società Fonte Azzurrina di Careggine, che ha donato gratuitamente acqua al Comune da distribuire a tutta la popolazione.

Azzurrina dona acqua a Codogno

L’ordinanza del sindaco è stata firmata oggi (13 luglio), a seguito della comunicazione dell’Asl che ha rivelato la non conformità ai parametri di legge e la non utilizzabilità per il consumo umano, se non dopo bollitura, dell’acqua servente la frazione Lupinaia, località La Bora, compreso il santuario della Stella e zone limitrofe.

Dopo l’annuncio del divieto dell’utilizzo dell’acqua per usi potabili, è arrivato il bel gesto solidale: “Il sindaco e l’amministrazione comunale – si legge nella nota del Comune – ci tengono a ringraziare pubblicamente la società ‘Fonte Azzurrina’ per il bellissimo gesto avuto nei nostri confronti. In seguito al problema di potabilità dell’acqua registrato nel paese di Lupinaia, hanno donato gratuitamente acqua da distribuire a tutta la popolazione. Un grande gesto di una azienda locale nei confronti del territorio. Grazie ancora”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.