Bertieri e Baldini (Lega): “Sosteniamo il commercio al dettaglio”

Gli esponenti del Carroccio: "Ora più che mai soffrono la concorrenza delle grandi catene"

Yamila Bertieri consigliere della Lega di Borgo a Mozzano e Massimiliano Baldini responsabile Lega enti locali Provincia di Lucca, hanno accolto  molte segnalazioni provenienti dal mondo del commercio, che riguardano le piccole  realtà economiche in Mediavalle Garfagnana.

Realtà presenti non solo nelle grandi città o nelle industrie ma, anche in piccoli paesi appartenenti ai Comuni montani.

“Riteniamo – affermano Bertieri e Baldini – che tali attività locali siano le vere sostenitrici dell’economia reale e sono il vero valore di tutta la nostra comunità  sia a livello economico che sociale. Esse  creano il benessere della collettività, dando  lavoro e aiutando  altre aziende a nascere o a  svilupparsi. Inoltre, quando acquistiamo da un’azienda locale, i nostri soldi restano nella comunità, di conseguenza aiutiamo l’economia reale e allo stesso tempo  contribuiamo a mantenere attivi anche i centri storici perché tali attività rappresentano  la storia delle nostre città e dei nostri paesi”.

“Purtroppo però, queste piccole attività commerciali locali rischiano di risentire, e molto – sostengono -, della concorrenza delle grandi catene, dei costi di locazione molti alti e delle difficoltà nell’ ottenere finanziamenti sopratutto  nella gestione del flusso di cassa, principale causa del loro fallimento.  Auspichiamo che in futuro la Regione ma, soprattutto il Governo garantisca e sostenga la possibilità di intraprendere un’attività con l’obiettivo di ricostituire il tessuto commerciale accompagnato da opportunità che  stimolino la voglia di fare impresa, da campagne di sensibilizzazione  per invitare i cittadini a privilegiare i negozi del  territorio  acquistando da esse ma, soprattutto di creare sgravi fiscali altrimenti vi é il rischio che molti paesi,  presidi di aree  marginali sotto il prfilo economico, si  spengano nell’indifferenza  politica. Crediamo che il peso buricratico e fiscale non può essere uguale tra chi apre un’attività in montagna e chi lungo la costa e inoltre servono più finanziamenti a fondo perduto e/o forme di vantaggio nell’accesso al crediti. Come Lega, ci impegneremo a  difendere i servizi e le attività commerciali dei  piccoli comuni  come quelli presenti in Garfagnana, perché  svolgono un ruolo non solo sociale ma, anche di coesione e siamo dell’idea che tutelare le piccole attività produttive  montane è un passo concreto verso il   rilancio della nostra bella Regione Toscana”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.