Quantcast

Piazza nel cuore: “Illuminazione pubblica, disagi e disservizi”

Il gruppo di opposizione critica la decisione del Comune di ricorrere al project financing

“Iniziano a manifestarsi i primi nefasti effetti della decisione del Comune di aderire al progetto di project financing per la sostituzione e la manutenzione della pubblica illuminazione a Piazza al Serchio“. Va all’attacco con queste parole il gruppo di minoranza Piazza nel cuore.

“Il temporale della sera di giovedì 4 giugno ha infatti colpito in maniera pesante il nostro territorio e diversi punti luce hanno subito danni e sono da allora spenti – si legge in una nota -. Senza considerare i problemi di sicurezza pubblica che questo comporta ci limitiamo a farci portavoce delle lamentele dei concittadini interessati, che troppo spesso sono state prese sottogamba o lasciate cadere nel vuoto. Per contratto infatti, Sirma spa offre tempi di intervento variabili da 2 ore a 24 ore a seconda della gravità del guasto. Ebbene nel nostro caso, siamo prossimi al mese di ritardo e ci pare di trovarci di fronte ad un inadempimento contrattuale oltre che ad un grave disservizio verso i cittadini contribuenti”.

“Vorremmo inoltre ribadire – spiegano dall’opposizione – quanto già segnalato in consiglio comunale, ovvero la problematica di alcuni centri abitati dove l’installazione della nuova illuminazione senza la sostituzione dei supporti è causa di luminosità ridotta o mal distribuita. Si aggiunga che alcuni punti luce non sono stati oggetto di censimento e successiva sostituzione, con la conseguenza che nello stesso centro storico alcuni punti luce sono ancora del tipo a vapori di mercurio, mentre nei paraggi ci sia una illuminazione di tipo a led. Ad aggravare la situazione vi sono poi alcuni annosi problemi di punti luce collocati in aree di proprietà privata, che anziché essere definitivamente rimossi, vengono sostituiti o peggio ancora riattivati se spenti”.

“Assistiamo insomma – concludono – ad un allontanamento dei servizi dal cittadino che, smarrito, spesso non sa neppure a che interlocutore riferirsi per risolvere i propri problemi. La tanto vituperata prassi di esternalizzare competenze dirette ad opera di enti già piccoli si traduce ancora una volta in disservizi. Il nostro gruppo rimane a disposizione per chiarimenti e segnalazioni, qualora gli esperti amministratori piazzini ne necessitassero”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.