Minucciano, alunni e insegnanti ringraziano per pc e tablet

Lettera all'amministrazione comunale

Gli alunni, le loro famiglie e le insegnanti delle scuole primarie di Gorfigliano e Pieve San Lorenzo, dell’Istituto comprensivo di Piazza al Serchio, uniti alla dirigente, Patrizia Farsetti e alla docente vicaria, professoressa Giuseppina Grandini, ringraziano amministrazione comunale di Minucciano, guidata dal sindaco Nicola Poli, per aver donato agli alunni un tablet, strumento indispensabile per poter seguire la didattica a distanza.

I tablets sono stati consegnati nel mese di aprile scorso a tutti i 64 alunni alunni delle scuole primarie del Comune di Minucciano direttamente a casa (33 a Gorfigliano e 31 a Pieve san Lorenzo).

L’iniziativa è risultata particolarmente gradita: le famiglie hanno potuto così disporre di un dispositivo in più, utile per le connessioni; infatti in considerazione di avere anche più di un figlio in età scolare e, in alcuni casi, per le necessità di telelavoro dei genitori stessi, gli apparecchi presenti in casa potevano non essere sufficienti a ricoprire le esigenze di tutti i componenti.

“Come tutti sappiamo che  l’emergenza covid-19 ha comportato la chiusura delle scuole – scrivono dall’istituto -, con tutti i problemi che ne sono derivati: alunni a casa, famiglie impegnate perché i figli potessero risentire il meno possibile di questa difficile situazione venutasi a creare. Accanto a tutto questo il problema della didattica che in qualche modo doveva andare avanti: in questo inconsueto momento le istituzioni scolastiche hanno reagito, sperimentando un nuovo modo di fare scuola, fattibile esclusivamente attraverso le cosiddette “nuove tecnologie”, che hanno consentito di garantire la didattica a distanza agli alunni attraverso le video-lezioni, coinvolgendoli in attività significative dal punto di vista dell’apprendimento. Inoltre, da sottolineare, le nuove tecnologie hanno permesso ad alunni, insegnanti e famiglie di rimanere in contatto ogni giorno, di comunicare, di tessere relazioni educative e mantenere una qualche normalità in una routine scolastica priva comunque della dimensione sociale dell’apprendimento. Alla luce di queste ultime considerazioni il dono dei tablets da parte del Comune di Minucciano si riveste di un significato ancora più forte, permettendo ad alunni ed insegnanti di mantenere la “normale” vicinanza di un rapporto quotidiano. Le insegnanti desiderano inoltre ringraziare le famiglie degli alunni, per la partecipazione e collaborazione dimostrata in questo particolare periodo scolastico”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.