Verso l’esodo dalle scuole: già 220 i posti vacanti per i pensionamenti dei docenti

In 89 lasciano le cattedre delle superiori, altri 131 quelle delle scuole dell'infanzia, primarie e medie

Sarà probabilmente anche quest’anno un grande “esodo” dalle scuole. Sono già a quota 220 le richieste certificate di pensionamento degli insegnanti negli istituti della provincia di Lucca. Un numero che è destinato a crescere ancora da qui a maggio, il termine che ha l’Inps per esaminare e approvare le richieste avanzate dai docenti entro i termini stabiliti dalla legge.

In questo quadro, inevitabilmente ancora parziale, c’è da segnalare un numero più importante di pensionamenti nelle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado. Per questi istituti i posti vacanti allo scorso 22 sono 131, la più larga fetta come si vede rispetto alle domande di pensionamento già esaminate e trasmesse dall’Inps all’ufficio scolastico provinciale di Lucca.

Scuola, oltre 140 insegnanti chiedono il pensionamento in provincia di Lucca

Mentre si parla ancora di una possibile ripartenza delle lezioni, gli uffici sono al lavoro per organizzare il prossimo anno scolastico, a cominciare dalla copertura delle cattedre. Nelle scuole superiori, finora, si sono liberati 89 posti, cattedre che saranno lasciate vuote in seguito ai pensionamenti.

Lo scorso anno scolastico avevano chiesto il pensionamento 400 docenti, complessivamente, su base provinciale.

Il grande esodo dalle scuole: in 400 verso la pensione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.