Regionali, 10 sindaci lanciano la candidatura di Puppa

I primi cittadini: "E' la persona giusta a rappresentare le esigenze del territorio a Firenze"

Un nome che, nell’obiettivo dei proponenti, dovrà rappresentare gli interessi della Lucchesia intera. Un nome di spicco nel Pd locale, per un posto in consiglio regionale. Dieci sindaci della provincia lo sottoscrivono: il nome è quello di Mario Puppa, segretario territoriale dei dem.

“Vogliamo cogliere nelle elezioni per il rinnovo del Consiglio regionale l’opportunità di far contare di più nel panorama regionale la nostra provincia. Siamo un territorio che ospita il polo cartario più importante d’Europa e che ha un peso specifico sul Pil della Toscana. Dobbiamo quindi – scrivono i dieci sindaci che propongono la candidatura – mandare a Firenze qualcuno con caratteristiche politiche e amministrative precise: una persona che conosca i bisogni delle piccole realtà e dei paesi più periferici ma strategici, qualcuno che abbia ricoperto il ruolo di sindaco in passato e che pertanto abbia quella dose di concretezza oggi fondamentale. Qualcuno, inoltre, che sappia valorizzare e dare una marcia in più al gran lavoro che i nostri rappresentanti hanno fatto finora. Infine, occorre una figura che sappia dialogare con tutte le forze politiche, in modo da ampliare sempre di più la capacità di rappresentanza dei cittadini. Questa persona per noi è Mario Puppa”.

Parte quindi dall’interno del Partito Democratico la prima voce sulle possibili candidature per le elezioni regionali di maggio prossimo, ed è la voce di 10 sindaci del territorio. I primi sindaci a proporre Mario Puppa come candidato per il Consiglio Regionale sono: Luca Menesini, sindaco di Capannori e presidente di Provincia; Andrea Tagliasacchi, sindaco di Castelnuovo di Garfagnana; Patrizio Andreuccetti, sindaco di Borgo a Mozzano; Leonardo Fornaciari, sindaco di Porcari; Caterina Campani, sindaco di Barga; Francesco Pifferi, sindaco di Camporgiano; Lucia Rossi, sindaco di Careggine; Andrea Talani, sindaco di Molazzana; Lunardi Moreno, sindaco di Fosciandora; Andrea Carrari, sindaco di Piazza al Serchio.

Secondo i sindaci, anche grazie al buon lavoro svolto dai consiglieri regionali eletti in precedenza, oggi è possibile chiedere un nuovo cambio di passo.
Puppa in questi anni è stato sempre presente sul territorio, da sindaco, da vicepresidente in Provincia e negli ultimi tempi da segretario del partito – dicono i sindaci compatti –. Ha girato i territori della provincia in lungo e largo, ha un’importante competenza amministrativa e sa dare centralità alle realtà territoriali più piccole o erroneamente ritenute periferie. Poiché siamo convinti che la forza della provincia di Lucca stia proprio nell’insieme dei territori che la compongono, proponiamo al centrosinistra una figura che rompe gli steccati ideologici, che mette al centro il territorio e i cittadini, che possiede la capacità di relazionarsi con tutti. Puppa, infatti, ha anche dimostrato di essere una persona che preferisce l’ascolto e la mediazione come soluzione migliorativa per tutti, anziché l’imposizione dall’alto. Per tutti questi motivi, riteniamo Puppa un candidato autorevole per il Consiglio Regionale, in grado di interpretare i bisogni dell’attualità e di far contare la nostra provincia in Regione come merita. Con oggi inizia un percorso che vuole coinvolgere e essere realizzato insieme ai tanti soggetti che compongono il centrosinistra, a partire dalle forze civiche del territorio. Proporremo questa candidatura in tutte le sedi e chiederemo a tutti di sostenerla, portando le proprie peculiarità. Garantiamo fin da adesso di essere noi stessi impegnati in prima linea per la costituzione di un centrosinistra ampio, plurale e che pensi alle questioni importanti per i cittadini, nessuno escluso”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.