Aci Lucca, boom di iscrizioni: raddoppiati i soci a Castelnuovo

Segno + anche per Borgo a Mozzano. Sicurezza stradale in prima fila

L’Aci Lucca chiude il 2019 con un bilancio nettamente positivo. Non solo, infatti, la delegazione lucchese si conferma al nono posto nazionale per numero di soci, che hanno superato quota 20mila, ma registra anche un vero e proprio exploit nella delegazione di Viareggio, dove sono stati raggiunti i 4mila utenti, lo stesso numero delle regioni Sardegna o Basilicata.

Bene anche le delegazioni di Aci Centrale, in via Catalani a Sant’Anna, Aci Arancio, Lunata, Lido di Camaiore, Castelnuovo e Altopascio e le percentuali delle fidelizzazioni, che dimostrano come non solo l’Automobile Club di Lucca cresca anno dopo anno, ma rappresenti un punto di riferimento fidato per chi è già socio e rinnova in automatico la tessera.

Aci Lucca, grazie al forte radicamento sul territorio e alle tante iniziative che coinvolgono tutti i cittadini, dai più giovani fino ai guidatori gold, supera per numero di soci città ben più grandi, come Napoli, Genova e Bologna. “Siamo orgogliosi di questi numeri – commenta il presidente, Luca Gelli – perché sono la testimonianza più sincera e diretta che il nostro modo di lavorare e di affiancare i cittadini sia quello giusto. Siamo una provincia dinamica e grazie all’impegno dei nostri delegati stiamo raggiungendo risultati enormi”.

“L’impegno di Aci Lucca – prosegue Gelli – è totale. Oltre ad essere dalla parte degli automobilisti, sportivi e non, siamo sempre vicini a tutti gli utenti della strada. Portiamo l’educazione stradale nelle scuole, con un calendario di incontri fittissimo che ripartirà nei prossimi giorni: siamo consapevoli, infatti, che le buone abitudini si apprendano da piccoli ed è solo educando i bambini che domani avremo guidatori più attenti. È proprio la sicurezza in strada dei più piccoli che ci ha spinti a portare avanti la battaglia A scuola sicuri, con la quale chiediamo che sia istituita per legge l’obbligatorietà di installazione delle cinture di sicurezza a bordo degli scuolabus. Il disegno di legge è già stato approvato all’unanimità nelle commissioni trasporti di Camera e Senato e aspetta solo la discussione in aula”.

“Le attività di Aci Lucca, infine – prosegue – abbracciano anche i tanti appassionati di motori, che trovano in noi un interlocutore attento e pronto all’ascolto. Lucca, infatti, è terra di motori, dove lo sport su quattro ruote ha sempre trovato terreno fertile: quest’anno, inoltre, la Mille Miglia, la corsa più bella del mondo, passerà di nuovo sulle nostre strade e noi siamo già al lavoro per garantire a tutti uno spettacolo unico”.

Un trend, quello intrapreso dall’Automobile Club lucchese, trainato dalle tante delegazioni presenti sul territorio. Di particolare rilievo, oltre al successo della delegazione viareggina, sono i risultati della delegazione di Castelnuovo Garfagnana che in due anni ha raddoppiato il numero di soci, passando da poco più di 200 a oltre 530 associati (+19 per cento solo nel 2019). Segno più anche per Altopascio, che chiude l’anno con un +8,3 per cento, per Lido di Camaiore (+7,4 per cento) e per Borgo a Mozzano (+6,2%). E ancora Aci Lunata con un +2 per cento (1901 soci) e Aci Arancio con +3,7 per cento.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito: www.lucca.aci.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.