Quantcast

Gallicano, la Misericordia spegne 150 candeline

È tempo di inaugurazioni alla Misericordia di Gallicano. Domenica (30 giugno) nella sede dell’associazione di via Serchio, verrà tagliato il nastro di un nuovo poliambulatorio, un locale a disposizione di medici privati che ne facciano richiesta per l’esercizio della propria professione. 

Un’importante occasione per ricordare il compianto presidente dell’associazione, Gastone Lucchesi, scomparso lo scorso 24 giugno, e fare il punto sull’impegno e le attività di quella che rappresenta la più importante realtà di volontariato del comune nell’anno del suo 150esimo.
“Ad aprire i battenti sarà un ambulatorio di 20 metri quadrati con arredi e attrezzature adeguati che fin da subito vedrà all’attivo ben 10 professionisti, tra cui un dermatologo, un ginecologo, un cardiologo, un dietista, un fisioterapista e uno psicologo – commenta Manuela Adami, segretario della Misericordia -. Verranno inaugurati anche un nuovo mezzo (un Doblò per i servizi sociali) e un’aula destinata alla formazione dei volontari. Traguardi importanti – conclude Adami – che non sarebbe stato possibile raggiungere senza l’imprescindibile contributo del dottor Lucchesi”.
Gastone Lucchesi, otorinolaringoiatra e presidente dell’associazione dal 1972, aveva compiuto 100 anni a febbraio. Nel corso di questo lungo periodo l’associazione lo ha visto capofila di tante iniziative. Una su tutte: il progetto da lui fortemente voluto inaugurato nel 2017, la nuova Rsa Villa Verde del capoluogo. Domenica, dopo la santa messa (alle 11), per l’occasione celebrata in via Serchio da Don Fiorenzo, e i saluti del sindaco David Saisi e dei presidenti delle varie realtà paesane, verrà apposta una targa sulla facciata appena restaurata della sede in ricordo dei 150 anni di vita della confraternita, nata proprio nel lontano 1869. La mattinata proseguirà con la presentazione dello studio realizzato da Benedetta Marroni per l’Istituto Storico Lucchese di Gallicano, di cui il dottor Lucchesi è stato direttore nonché un inesauribile promotore, e con il taglio del nastro della mostra celebrativa a cura dell’associazione L’Aringo dal titolo La sirena in bicicletta, un viaggio nell’archivio storico della Misericordia, dal soccorso in bicicletta fino alle moderne ambulanze.
“Un archivio davvero vasto, che racconta attraverso i documenti la storia di una comunità, il buon cuore dei gallicanesi, ma anche la povertà e la divisione in classi sociali – spiega Antonella Cassettari dell’Aringo -. Uno spaccato di un secolo, aneddoti e storie passate che hanno reso possibile il presente di Gallicano”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.