Quantcast

Terre di Presepi, in 5 concludono il percorso foto

Sono cinque le persone che hanno terminato la credenziale del pellegrino presepista, completando così la magia offerta dal grande itinerario di Terre di Presepi. Una famiglia di Viareggio, i Barsella, (Fabio, Franco, Giovanni e Silvia) riceveranno domani (20 gennaio) il Testimonium di Terre di Presepi a Pieve Fosciana nella manifestazione che chiude con 14 corali e 300 coristi, l’anno presepiale.

Oltre alla famiglia Barsella, ha concluso il percorso proposto da Terre di Presepi anche la signora Rachele Antonelli di Navacchio.
Ecco il commento di Fabio Borsella sull’esperienza: “Siamo di Viareggio e tutti membri della stessa famiglia. Abbiamo intrapreso questo viaggio l’anno scorso per puro caso.Eravamo a Pontedera io e mio padre e visitando la chiesa ci ha accolto un signore gentilissimo che ci ha parlato per percorso del pellegrino presepista; da allora è partita una avventura che ci ha accompagnato anche per tutta l’estate (non vedevamo l’ora di finirli) e conclusosi sabato 5 gennaio 2019. La parte più divertente è stato riuscire a fare più timbri possibili nella stessa giornata quindi organizzare i percorsi, le giornate e poi durante il ritorno a casa commentare tutto quello che avevamo visto. Abbiamo notato una grande differenza tra gli stili presepiali di ogni provincia che abbiamo visitato. Ovviamente non trascurando cose eccezionali le esposizioni di Lucca (tra cui il presepe del 1600 e la cappella della Madonna Nera) la magnifica esposizione della signora Del Carlo (la prospettiva era incredibile ) a Porcari o l’esposizione di Pistoia (gli stili del sud Italia sono qualcosa di magnifico) o Pieve Fosciana (belli come quelli di Porcari) e infine il più misterioso di tutti quelli di Usigliano di Lari nelle cantine. Un signore ci ha inoltre detto che non sapeva se sarebbero stati validi i timbri del 2017/2018 quindi, nel dubbio abbiamo iniziato anche un percorso tutto nuovo in quanto a parte alcuni presepi storici, gli altri cambiavano e quindi era comunque un piacere rivederli. Abbiamo avuto tantissime avventure in questi due anni e le esperienze di ognuno sono positive. Complimenti ancora per l’iniziativa che comunque oltre ai presepi permette di scoprire realtà meravigliose come Il presepe all’uncinetto di Cerreto Guidi o quello di Calcinaia per non parlare di quelli più spettacolari come quello di San Pancrazio o di Traversagna”.
Questo è il commento della signora Rachele Antonelli di Navacchio: “Come ogni anno ho visitato molti presepi, ma solo questa volta ho deciso di raccogliere i timbri per la credenziale del presepista. E’ un’esperienza che mi piace ripetere ogni anno perché sono colpita dalla creatività degli artisti che interpretano la natività e la vita di Gesù in modo originale, usando i materiali più diversi, gli ambienti più vari, chi rifacendosi alla tecnologia, chi in maniera più semplice, ma lo stesso estremamente comunicativa. Il presepe di Convalle di Pescaglia è particolarmente suggestivo per la grotta naturale in cui è allestito. Anche il presepe di San Giovanni alla Vena, creato nella cantina di una casa, è veramente emozionante. I presepi di Traversagna, Calcinaia, San Pancrazio, Petroio, Forcoli, San Romano, Cigoli e Riparbella, Pieve Fosciana, ricchi di effetti sonori e scenici e di meccanismi, sono capaci di trasmettere profonde emozioni. Interessanti da scoprire anche i presepi nelle strade come quelli di Marti, Cerreto Guidi (particolarissimo quello fatto all’uncinetto: un’opera d’arte) e di Iano (di cui non sono riuscita ad avere il timbro, l’incaricato quel giorno non c’era!). E poi ci sono le belle esposizioni presepiali come quella di Porcari e quella storica di Calci, stupende! Tra i presepi viventi mi ha colpito in modo particolare quello di Badia San Savino capace di far rivivere l’atmosfera del tempo di Gesù. E’ stato un pellegrinaggio veramente emozionante e interessante che mi ha permesso anche di visitare luoghi e chiese”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.