Quantcast

Detenuto morto, Bianchi: Carceri priorità governo

Detenuto morto in carcere, interviene il consigliere regionale, Gabriele Bianchi del Movimento Cinque Stelle: “È veramente doloroso ascoltare queste notizie, dopo appena poche settimane dal nostro tour delle carceri del M5S regionale. Abbiamo assistito alle gravi carenze di risorse e personale in cui versano gli istituti penitenziari e alle difficoltà cui si trovano a sopperire per dare la giusta dignità a chi vi lavora e a chi deve scontare una pena”.

“La nostra visita all’istituto di Lucca ebbe un report – prosegue Bianchi – che registrava delle criticità nella media, delle prime cinque carceri visitate in Toscana, dove, a fianco ad una carenza del personale penitenziario, si registrava, comunque a Lucca, un affollamento lieve dei detenuti rispetto alle realtà di Firenze, Prato, Livorno o Pisa. In tutti gli istituti comunque abbiamo registrato che si soffre di carenza di educatori e di mediatori culturali”.
“Dopo troppi anni di noncuranza – conclude Bianchi – nelle gestioni degli ostituti penitenziari, siamo certi che il nuovo corso, partito con il ,inistro Bonafede, dia una svolta decisiva ad anni di abbandono. Dal ministero della giustizia registriamo un primo blocco importante di misure e risorse da 196 milioni e di nuove assunzioni nel comparto penitenziario. Una delle priorità di questo governo è ridisegnare il comparto della giustizia”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.