Quantcast

Comprensivo Gallicano terzo al concorso scuola M5S

Stilata oggi (18 settembre) con oltre 3mila 200 preferenze espresse la classifica per il progetto Facciamo scuola iniziativa del Movimento 5 Stelle grazie al taglio di indennità e rimborsi dei consiglieri regionali: cinque le idee risultate vincenti in Toscana, terzo classificato l’Istituto comprensivo di Gallicano.

Sono cinque gli istituti scolastici risultati vincitori del bando Facciamo scuola indetto dal Movimento 5 Stelle grazie al taglio di indennità e rimborsi dei consiglieri regionali. Seimila euro sono destinati al primo classificato. Diecimila euro ciascuno andranno invece agli altri 4 plessi.
Si tratta di 10mila euro da suddividersi tra le 4 scuole posizionatesi in classifica dopo la vincitrice scuola secondaria di primo grado Anchise Picchi e Collesalvetti, a cui andranno invece 6mila euro. L’Anchise Picchi si è posizionata prima grazie al progetto Con orto in condotta volto alla realizzazione di orti per promuovere e sviluppare l’educazione alimentare e ambientale nelle scuole. Secondo posto invece per il progetto di studio assistito pomeridiano gratuito Il tuo prof ti aiuta! dell’Istituto secondario di primo grado Barsanti di Firenze. Terza piazza per l’Istituto comprensivo di Gallicano grazie alla proposta Scuola viva e aperta, sviluppare competenze grazie alle nuove tecnologie. Infine, giunti quarto e quinto in classifica l’Istituto comprensivo Giorgio Vasari di Arezzo e l’Iti Galileo Galilei di Livorno. Rispettivamente con il progetto Scuola attiva, laboratorio scolastico di educazione al decoro, sicurezza e incisività e Roboteam, laboratorio di programmazione e realizzazione di robot e sistemi automatizzati.
“Siamo orgogliosi – spiegano i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle – di contribuire con i fatti al miglioramento di alcune delle nostre scuole. Siamo convinti che i giovani abbiano il diritto di vivere in un ambiente scolastico sempre più attrezzato ed efficiente. Un luogo pieno di stimoli e iniziative in grado di coinvolgere gli studenti in percorsi di crescita culturale, sociale e civica”.
L’attenzione del gruppo consiliare va anche a chi nelle scuole lavora. “Anche il personale addetto alla cura dei ragazzi deve potersi muovere in spazi adeguati a quella che è la missione formativa. Anche per questa ragione abbiamo più volte criticato la cosiddetta “Buona scuola” di renziana memoria, fatta di slogan e poca sostanza. Il sostegno al mondo scuola dev’essere concreto, non proclamato”.
Con i 46mila euro attuali sale a 166mila il totale degli euro donati dal Movimento 5 stelle Toscana alle scuole della regione nel biennio 2017/2018.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.