Simonini: “Fusione, poco coinvolgimento”

“Poco coinvolgimento della cittadinanza” sul progetto di fusione tra Castiglione e Villa Collemandina. E’ questo il commento di Simone Simonini, segretario della Lega di Mediavalle e Garfagnana dopo l’esito delle consultazioni nei due Comuni.

“La scorsa settimana – ricorda Simonini – siamo intervenuti nei due comuni coinvolti, per spiegare nel dettaglio la nostra posizione sulle fusioni dei comuni, abbiamo coinvolto i nostri consiglieri Regionali, i quali prontamente hanno spiegato punto per punto sia i fattori positivi che negativi. La nostra posizione non è favorevole a questo tipo di proposta, poiché i finanziamenti dovrebbero arrivare a prescindere intorno a progetti ben delineati e non a pioggia come previsto dagli accorpamenti. In Toscana purtroppo – prosegue il segretario – è scoppiata la fusione mania, dove si cerca di fondere i comuni solo per trarne un vantaggio economico, ‘che in molti casi come sottolineato da cittadini di comuni fusi’ non si è visto. Purtroppo nei due comuni coinvolti è mancata una comunicazione informativa reale, dove si sarebbe dovuto spiegare sia i possibili vantaggi ma anche gli svantaggi, mentre i promotori del si hanno puntato tutto sul fattore del vantaggio economico.
L’articolo 5 della costituzione riconosce e promuove le autonomie locali e attua servizi che dipendono dallo stato il più ampio decentramento amministrativo, quindi i sindaci dei comuni devono: anziché cedere alle tentazioni, imporsi per garantire le autonomie locali”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.