Quantcast

Centrale Finocchini, Tar annulla richiesta messa a norma

Nessun obbligo ad intervenire per la messa a norma dell’impianto idroelettrico Finocchini a Fabbriche di Vergemoli per la Turboecowatt, società che ha realizzato e che gestisce la struttura. Il tribunale amministrativo regionale, infatti, dopo il ricorso dell’azienda, ha annullato il provvedimento dell’ente Parco Regionale delle Alpi Apuane che il 27 giugno dell’anno scorso, dopo un sopralluogo dei carabinieri forestali, imponeva alla ditta il rispetto delle condizioni di compatibilità ambientale dell’opera.
Il ricorso è stato giudicato fondato dal Tar che non è entrato nel merito ma ha rilevato come all’azienda non fosse stato comunicato l’avvio del procedimento che avrebbe poi portato ad emettere il provvedimento poi imugnato. Il tutto, in sostanza, avrebbe creato un difetto di contraddittorio originario e insanabile.
Il Tar, quindi, ha accolto il ricorso e annullato la pronuncia di compatibilità ambientale del Parco del giugno 2017. L’ente è stato anche condannato al pagamento delle spese processuali nella misura di 2mila euro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.