Sulle prade garfagnine la festa dei pastori

Torna la festa dei pastori sulle Prade Garfagnine. Sull’altopiano, ai confini del Comune di Fosciandora con la provincia di Modena da sabato sera e per tutta la domenica si ripete il tradizionale appuntamento. Si parte sabato (5 agosto) alle 19 con la cena e il bivacco in attesa della festa della domenica. Che parte alle 9 del mattino e prosegue con la messa delle 11 nella caratteristica chiesina. Alle 12,30 si pranza con i prodotti tipici locali e poi si prosegue con merenda e ristoro per tutta la giornata. Sul prato iochi vari e la possibilità di visite guidate e vendita di prodotti tipici a cura della cooperativa Le tre terre.

Le Prade, nel Comune di Fosciandora, è un altopiano a 1000 metri di quota da cui assa di qui l´antica strada mulattiera del Saltello. Passavano di qui le milizie estensi in guerra con i lucchesi; vi salivano, dai due versanti, montanari, banditi, contrabbandieri. Sostavano all´antico ospitale di San Bartolomeo, poi continuavano il loro viaggio.
L´intera area del prato (“prade” in dialetto) è circondata da fitti boschi di faggio, betulle, noccioli e castagni. Qua e là tracce di muri delimitanti il confine tra antiche proprietà. Non mancano gli “sprocchi bianchi” (arbusti dalla chioma spinosa , schiacciata, rotonda) e i “capannelli”, minuscole casette basse, grige, che ospitano, durante la stagione estiva, i pastori e le loro greggi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Serchio in diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.